In giro con uno storditore elettrico a forma di tirapugni: denunciato

Un uomo con un dissuasore elettrico a forma di tirapugni è stato denunciato a Campagnola. L'oggetto è stato sequestrato e messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In giro con uno storditore elettrico a forma di tirapugni: denunciato
In giro con uno storditore elettrico a forma di tirapugni: denunciato

Un cittadino ha notato un uomo con atteggiamento sospetto, nei pressi del bocciodromo del paese, a Campagnola, con un oggetto tra la mani che sembrava essere una specie di storditore elettrico a forma di tirapugni. Cosa ci faceva quell’uomo con l’attrezzo in mano, in piena notte? Un dubbio che ha spinto il testimone a segnalare la situazione alla centrale operativa del 112. Dopo quella telefonata, l’altra notte, nei pressi del bocciodromo di Campagnola sono intervenuti i carabinieri della vicina caserma di Novellara. La pattuglia in servizio in zona ha trovato l’uomo, un trentenne abitante in paese, nei pressi di una panchina, vicino a un locale pubblico. L’individuo è apparso piuttosto nervoso alla vista dei militari dell’Arma. Il controllo ha poi permesso di rinvenire l’oggetto sospetto, ovvero un dissuasore elettrico a forma di tirapugni e con funzioni di torcia, che era nella tasca del giubbotto. Il trentenne non è stato in grado di giustificare in modo adeguato il possesso dell’attrezzo. E così, una volta portato in caserma, l’uomo è stato denunciato per porto di armi od oggetti atti a offendere. Il dissuasore elettrico è stato sottoposto a sequestro e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria. Di recente un altro storditore elettrico era stato sequestrato, sempre nella Bassa, in simili circostanze.