La cura delle persona va avanti a gonfie vele

I dati di Lapam Confartigianato mostrano come nel settore del benessere in provincia di Reggio Emilia siano aumentate le imprese e il fatturato, testimoniando come le persone vogliano prendersi cura del proprio corpo.

La cura delle persona va avanti a gonfie vele
La cura delle persona va avanti a gonfie vele

Boom per la cura della propria persona.

Secondo gli ultimi dati forniti dall’ufficio studi Lapam Confartigianato, al 31 marzo 2023 in provincia di Reggio Emilia si rilevano 1.209 imprese attive nel settore del benessere (che include acconciatori, centri estetici, attività di wellness, piercer, tatuatori). Rispetto al primo trimestre 2022, il numero di attività è aumentato, registrando un +1,4%, trainato dai servizi degli istituti di bellezza. Se si analizzano i dati nel lungo periodo, tra il primo trimestre 2013 e il primo trimestre 2023, si sono aggiunte nel settore complessivamente 113 imprese, pari a un aumento del 10,3%. Rispetto a 10 anni fa sono più che raddoppiati i servizi di manicure e pedicure (+128,6%, pari a 9 imprese in più) e le attività di tatuaggio e piercing (+490,9%, 54 unità in più).

Su un campione di 216 imprese del settore associate Lapam Confartigianato, rispetto al 2021, nel 2022 le imprese del benessere hanno visto in media un incremento di 4.347 euro di fatturato, pari a un +8,5%.

"Come evidenziano i dati – dice Giancarlo Santunione (nella foto accanto), presidente Lapam della categoria benessere – il settore in questi ultimi anni si sta riprendendo: aumentano le imprese e cresce il fatturato: questo testimonia come le persone, dopo la pausa Covid, abbiano voglia di prendersi di nuovo cura del proprio corpo".