Ladro senza cuore Si ferma a soccorrere un uomo colto da malore Ma viene derubata

L’episodio è accaduto in centro storico a Guastalla, vicino ad un bar. La donna ha parcheggiato la bicicletta per aiutare la persona in difficoltà. e un malvivente ne ha approfittato per arraffare 500 euro dalla sua borsetta.

Ladro senza cuore  Si ferma a soccorrere  un uomo colto da malore  Ma viene derubata
Ladro senza cuore Si ferma a soccorrere un uomo colto da malore Ma viene derubata

È passata in centro a Guastalla, imbattendosi in un uomo colto da malore. Con altri testimoni, la donna – una sessantenne abitante in zona – si è subito avvicinata per verificare se ci fosse bisogno di aiuto. Ma qualcuno ha approfittato della situazione per allungare le mani nella borsetta lasciata per alcuni istanti incustodita nel cestino della bicicletta, per poi allontanarsi con il denaro che vi era nel portafogli.

È accaduto l’altra mattina tra via don Minzoni e piazza Martiri Patrioti, nel centro storico guastallese. In una società in cui spesso di lamenta il menefreghismo della gente anche di fronte a una situazione di emergenza sanitaria, in questo caso la realtà ha dimostrato una evidente disponibilità ad aiutare.

La donna, in attesa che sul posto arrivassero i soccorsi sanitari, si è avvicinata all’uomo, seduto sul marciapiede in apparente stato confusionale, il quale stava già ricevendo un primo aiuto da alcune persone che avevano notato la situazione di emergenza da un vicino bar.

Quando sono arrivati gli operatori dell’ambulanza della Croce rossa locale, i testimoni-soccorritori hanno terminato il loro compito, tornando alle loro mansioni. Anche la sessantenne si è allontanata per completare il suo giro di commissioni che aveva in programma.

Ma poco dopo si è accorta che dalla borsetta mancavano i soldi, poco più di cinquecento euro, che si era portata con sé per poter effettuare alcuni pagamenti.

Inizialmente non si è accorta del furto, in quanto la borsetta era rimasta al suo posto nel cestino della bicicletta. Il ladro deve aver approfittato di quei pochi minuti in cui la donna ha appoggiato la bici alla parete esterna di un edificio.

E mentre tutti i testimoni erano comprensibilmente concentrati sulla scena del malore e del successivo soccorso, un ladro piuttosto scaltro ha allungato le mani nella borsetta, speranzoso di trovare qualche cosa di valore. Arraffati i soldi, si deve essere allontanato, con calma, senza insospettire i presenti. Dalla borsetta non sembra mancare altro. I documenti, infatti, risultano rimasti al loro posto.

Antonio Lecci