L’ira degli dei. Contro l’Olimpia serve perfezione

Meneghini arrabbiati dopo due stop consecutivi Mancherà ancora Baron, ma il roster è stellare.

L’ira  degli  dei. Contro l’Olimpia serve perfezione

L’ira degli dei. Contro l’Olimpia serve perfezione

Incerottati, arrabbiatissimi, ma più riposati del solito. Ecco come arriveranno i campioni d’Italia dell’Olimpia all’appuntamento di domani (palla a due alle 19 al Forum) contro la Unahotels. La squadra di coach Messina è infatti reduce dalla sconfitta di domenica al ‘PalaBarbuto’, dove la Gevi Napoli si è imposta per 77 a 68.

Per Milano si tratta della seconda sconfitta consecutiva, perché proprio 48 ore prima dello scivolone con i partenopei, Melli e compagni avevano perso in Eurolega contro il Fenerbahce. Un ko maturato dopo un tempo supplementare, al termine di una partita tiratissima e in cui l’Armani aveva anche avuto il tiro per vincerla sulla sirena dei tempi regolamentari, espugnando così la ‘Ulker Sports Arena’ di Istanbul. È possibile, anzi probabile, che proprio questa maratona in Turchia abbia poi influito sulla prestazione messa in campo in terra campana, ma questo non toglie meriti alla Gevi che ha giocato una partita solida, spinta dalla ‘doppia doppia’ di Owens (16 punti e 10 rimbalzi per l’ex Varese) e dalle triple di Zubcic e Sokolowski.

Va poi annotato come all’Olimpia mancherà certamente Billy Baron. Il tiratore americano - che sembrava sulla via del recupero dopo l’intervento al gomito destro effettuato ad inizio estate – è tornato sotto i ferri recentemente per lo stesso problema e non tornerà prima della fine di novembre. Oltre al cecchino statunitense, i campioni d’Italia stanno pagando anche l’assenza del playmaker Maodo-Lo, con la regia di Kevin Pangos che non sta dando le garanzie sperate. Il club meneghino è vigile sul mercato e nelle prossime settimane potrebbe aggiungere una pedina al roster. La partita, inizialmente in scaletta per domenica alle 16, è stata anticipata a domani su richiesta della stessa Milano che ieri sera avrebbe dovuto ospitare il Maccabi Tel Aviv: il match è stato rimandato per i noti fatti di cronaca.

L’Olimpia arriverà all’appuntamento più riposata del solito e avrà un po’ di tempo in più prima dei due impegni – importantissimi – in Eurolega. Martedì infatti al Forum arriverà l’Olympiacos mentre giovedì sarà a Madrid per affrontare il Real dell’indimenticato ex Chacho Rodriguez. Per la Pallacanestro Reggiana sarà una sfida dal coefficiente di difficoltà altissimo, contro una corazzata che ha in Melli, Mirotic e Shields tre giocatori potenzialmente immarcabili per la squadra di Priftis. Sarà forse banale dirlo, ma domani più che mai, la percentuale nel tiro da fuori di Reggio farà la differenza, perché Milano concederà pochi tiri aperti ai biancorossi e cercherà di controllare il ritmo, partendo dalla solidità a rimbalzo. Servirà una Unahotels praticamente perfetta.