Minibu per la stazione Av: "Collegherà Mediopadana e centro in 14 minuti"

Fermata davanti ai Musei: navetta attiva da lunedì, una ogni quarto d’ora. Il sindaco: "Ulteriore investimento in funzione dell’attrattività turistica". .

Minibu per la stazione Av: "Collegherà Mediopadana e centro in 14 minuti"

Minibu per la stazione Av: "Collegherà Mediopadana e centro in 14 minuti"

Novità nel trasporto pubblico reggiano. A partire da lunedì (26 febbraio) entrerà in funzione un servizio ‘espresso’, pensato per turisti e viaggiatori, ma anche per i residenti che necessitano di "spostamenti rapidi e puntuali". La linea minibu M collegherà la stazione Av Mediopadana al centro storico, con fermata principale a palazzo dei Musei, avvicinando dunque esagono e principale snodo ferroviario cittadino, favorendo i quasi "5 milioni di passeggeri l’anno", come ricordato da sindaco Vecchi, che giungono all’Av di Reggio. Un’opportunità che mancava e a cui si è giunti ora, grazie a un finanziamento specifico ottenuto con i proventi dell’imposta di soggiorno. Quarta linea di minibu, a servizio di parcheggi scambiatori, istituita a Reggio, la M funge da collegamento diretto fra Av e circonvallazione attraverso una serie di fermate nel quadrante nord-orientale della città.

"Siamo una città che continua a progettare il suo futuro – afferma Luca Vecchi –. Meno fermate rispetto ai bus tradizionali, la nuova linea è la prova concreta di un ulteriore investimento in funzione dell’attrattività turistica, andando a implementare la connessione fra le due stazioni". Vecchi pone l’accento sui tempi di percorrenza competitivi – 14 minuti per raggiungere centro città – e la frequenza ogni 15 minuti, al prezzo di 1,50 euro".

Fermata principale sarà via Leopoldo Nobili-via Spallanzani, di fronte ai Musei, seguita da altre sedi espositive e culturali quali Palazzo da Mosto, Chiostri di San Domenico e Chiostri di San Pietro, Conservatorio Peri, favorendo una visita ai luoghi simbolo reggiani per i viaggiatori, accolti dal brand Reggio Emilia Welcome apposto sui minibu.

Definito dal Comune insieme all’Agenzia per la Mobilità, il percorso espresso effettua la prima fermata in piazzale Lari, che diviene parcheggio scambiatore vicino allo stadio Mapei-Città del Tricolore. Seconda fermata servirà il palazzo di Giustizia e polo scolastico Makallè, la terza sarà presso il parking Gasometro e quindi la quarta in via Nobili, porta d’accesso al centro. La corsa continuerà in via Secchi, riprendendo l’attuale servizio della linea H su via Roma, il Mercato, via Emilia San Pietro, stazione Fs e viceversa. "È un nuovo collegamento tra città e stazione Av atteso e che avevamo promesso – ha detto assessora alla Mobilità Carlotta Bonvicini –. Anche se in un periodo complicato per il trasporto pubblico, abbiamo cercato di ampliare il servizio facendo uno sforzo organizzativo, di cui siamo grati a Til, Seta e Agenzia per la Mobilità, e attingendo a nuove risorse". La M è in funzione dal lunedì al sabato, ogni 15 minuti, dalle 6.20 alle 21.30; poi, la domenica e festivi sarà attiva dalle 7 alle 21.25. Aggiunge assessora al Turismo Annalisa Rabitti: "Accessibile a tutti, il minibu M rappresenta un tassello importante nella strategia sull’attrattività di Reggio". Per la nuova linea, il biglietto è un titolo urbano a tutti gli effetti, costa 1,50 euro e ha validità di 75 minuti, acquistabile anche a bordo con una carta contactless.

"Ci sembra un esempio virtuoso per tre motivi – commenta presidente di Seta Alberto Cirelli – la collaborazione tra Comune, Agenzia per la Mobilità e Seta; il reinvestimento delle risorse ottenute dall’imposta di soggiorno nello stesso settore e l’istituzione di un servizio che incide positivamente come avviene nelle principali città europee". Cecilia Rossi, direttore Agenzia per la Mobilità, ha sottolineato che "associare mobilità e turismo in un unico servizio è frutto di un ottimo lavoro di squadra". Contestualmente, la linea H viene rivista: termina alla stazione di piazzale Marconi, dove è previsto un interscambio tra le due linee M e H: in tal modo, dalla Mediopadana è possibile raggiungere il Santa Maria Nuova, servito dalla linea H e dalla urbane 1 e 7. La linea 9 viene rivista e termina in via Ruini. Dallo stesso 26 febbraio viene inoltre attivato un nuovo servizio nei giorni festivi sulla linea 12, per Roncocesi-Pratofontana.