"Nido, si fa allarmismo sulle spalle dei bimbi"

L’esito dello studio: "La scuola è a rischio sismico". Il Comune ribatte all’opposizione: "È normale, sono strutture di 50 anni fa"

"Nido, si fa allarmismo sulle spalle dei bimbi"
"Nido, si fa allarmismo sulle spalle dei bimbi"

Dopo otto anni, le Università di Pisa e di Parma nei giorni scorsi hanno consegnato al Comune lo studio di vulnerabilità sismica dell’asilo nido comunale Girotondo. L’esito è preoccupante: è a rischio sismico. Lo ha reso noto la lista d’opposizione Alternativa Civica, a cui ora replica l’amministrazione Perucchetti. "Nessun pericolo per il nido, ma solo il normale adeguamento ai costanti mutamenti delle norme. La minoranza fa allarmismo sulle spalle dei bambini". Nelle conclusioni dei tecnici delle Università si legge tra l’altro: "Le verifiche nei confronti delle combinazioni sismiche agli SLV (stato limite di salvaguardia della vita) risultano invece non soddisfatte né per i pilastri né per le travi né per i maschi murari". Inoltre, "la mancata verifica dei maschi nei confronti delle sollecitazioni taglianti è la principale causa del basso livello di sicurezza sismica dell’edificio". L’opposizione, criticando il tempo biblico occorso a redigere lo studio e il rischio corso da bimbi e personale, segnalava come si sia persa la possibilità di attingere a fondi Pnrr per mettere a norma la scuola. Ora il sindaco commenta: "Ora tutti e sette i nostri edifici scolastici sono stati approfonditamente analizzati dal punto di vista strutturale. Ovviamente, come sempre accade in questi casi, nessuna di queste strutture, realizzate 40-50 anni fa, è risultata essere perfettamente conforme alle attuali norme - emanate nel 2018". Aggiunge poi: "Negli anni, il nido è stato regolarmente manutenuto, anche con interventi strutturali e ristrutturazioni interne (l’ultima nel 2015), per garantire alti standard di comfort e funzionalità". Accusando Alternativa di cercare visibilità elettorale "senza nessun riguardo della verità e della serenità degli utenti dell’asilo", Perucchetti spiega: "Per l’asilo sono stati stanziati, nel bilancio comunale appena approvato, 50mila euro per la progettazione degli interventi. Investimenti sui quali la minoranza ha votato contro. I fondi Pnrr per i nidi potevano essere erogati solo in caso di ampliamento dei posti, ma l’asilo soddisfa tutte le richieste attuali". Conclude l’assessore alla scuola Viviana Tanzi: " Gli interventi partiranno dal prossimo anno scolastico. È stato comunicato la settimana scorsa agli insegnanti e ai rappresentanti dei genitori, con cui abbiamo condiviso i prossimi passi, in un clima collaborativo e disteso. Non vi sarà spostamento di sede né interruzione del servizio, tutto verrà realizzato in sicurezza, utilizzando il periodo di sospensione estiva per gli interventi di maggiore impatto".

Francesca Chilloni