Nuovo supermercato: luci e ombre

Il centro storico di Guastalla è sempre meno attrattivo, con la chiusura di negozi e la crisi del commercio ambulante. Un nuovo progetto per un centro commerciale solleva dubbi sulla sua influenza sulle attività locali già in difficoltà. La pianificazione a medio e lungo termine è fondamentale per agire con politiche locali efficaci.

Nuovo supermercato: luci e ombre
Nuovo supermercato: luci e ombre

Chiudono sempre più negozi e anche il commercio ambulante è in crisi. A Guastalla il centro storico appare sempre meno attrattivo, con scarsa affluenza pure ai mercati del mercoledì e del sabato. Già nei giorni scorsi il Carlino ha anticipato la notizia sul nuovo progetto per un centro commerciale nell’area Smeg, tra la circonvallazione e viale Cappuccini, oltre ai problemi del mercato ambulante, con sempre maggiori spazi vuoti. Sul progetto del futuro supermercato riflette Stefania Portioli (nella foto), del gruppo Azione, considerandolo come "un’occasione di riqualificazione e di comodità alla vita quotidiana", ma segnalando pure "dubbi e interrogativi sulla sua possibile influenza sulle attività locali e sui mercati settimanali già in difficoltà". "Un’idea di città deve essere scelta dai cittadini e per i cittadini – aggiunge la Portioli –, soprattutto se si tratta di modificare degli spazi verdi e urbani, se influenza le attività economiche e la vita delle persone. In un contesto altamente vulnerabile la pianificazione a medio e lungo termine è fondamentale per poter agire con politiche locali efficaci. Anche se il progetto del supermercato è realizzato da un privato, poteva essere presentato pubblicamente con tempo. Questo avrebbe garantito trasparenza per i cittadini e avrebbe potuto essere da stimolo per l’apertura anche di altre attività locali".