Party ed eventi, la sfida di Edonè: "Ridare lustro ai locali della Bassa"

Nasce la società di Mattia Morini (ex cestista Ncaa) e Davide Lumare. Stasera prima festa al Don Divino a Novellara

Party ed eventi, la sfida di Edonè: "Ridare lustro ai locali della Bassa"
Party ed eventi, la sfida di Edonè: "Ridare lustro ai locali della Bassa"

Una ventata di freschezza per ridare lustro a locali storici della Bassa reggiana e riempirli di un pubblico molto giovane. È questa la sfida intrapresa da due ragazzi ventiquattrenni, Mattia Morini di Rio Saliceto e Davide Lumare di Correggio, che questa sera aprono la stagione di "Edonè", la società per eventi fondata da loro due nel gennaio 2023, al Don Divino di Novellara: apertura a mezzanotte per un opening season party intitolato ‘Follia’.

"Un anno fa, abbiamo deciso – dice Mattia – di intraprendere un percorso musicale e di spettacoli per dare qualcosa di nuovo ai ragazzi della nostra età nella nostra zona, abituati a spostarsi nelle città vicine per fare serata. Abbiamo collaborato con oltre quindici locali notturni in provincia, organizzando più di trenta eventi molto partecipati. Il gruppo, ora, è in costante allargamento".

Una scelta molto coraggiosa. "Dopo essermi rotto il ginocchio giocando a basket (Mattia ha giocato anche in Ncaa negli Stati Uniti, ndr), ho deciso di cambiare rotta e di buttarmi in questo percorso con Davide. La nostra proposta è piaciuta da subito, con eventi sempre più affollati". Che cosa propongono per questa stagione? "I format portano generi musicali diversi in base al tipo di evento. La nostra caratteristica principale è la versatilità dei nostri dj: riusciamo a cambiare genere musicale in modo veloce ed efficace mettendo a proprio agio i nostri clienti. In conclusione, quindi, non abbiamo un vero e proprio genere a cui siamo legati, ma ne proponiamo diversi e questa versatilità musicale ci rende diversi da tante altre realtà".

Una scelta ponderata in base a come sono cambiati i gusti e le preferenze del pubblico giovane negli ultimi anni. "Il nostro pubblico ha mostrato una preferenza per esperienze di festa più immersive e personalizzate. Le feste tendono a integrare una varietà di generi musicali e a offrire opzioni di intrattenimento interattivo".

Stasera si parte dal Don Divino a cui volete riportare un pubblico molto giovane. "È un locale storico di Novellara, al momento le serate sono rivolte a un gruppo più adulto che è un po’ fuori dal nostro target. Noi vogliamo dargli un nuovo tocco giovanile sempre rispettando le nostre scelte musicali. Finalmente approdiamo in un locale adibito per il pubblico spettacolo e questo è per noi il salto più importante".