Pestaggio choc. Il caso del carcere finisce in Sala Tricolore: "Sensibilizziamo la città"

PiùEuropa oggi presenterà un ordine del giorno urgente in Consiglio "Il Comune si impegni, anche con eventi, per la lotta ai diritti umani. Il garante dei detenuti verifichi il rispetto della vita dietro le sbarre".

Pestaggio choc. Il caso del carcere finisce in Sala Tricolore: "Sensibilizziamo la città"
Pestaggio choc. Il caso del carcere finisce in Sala Tricolore: "Sensibilizziamo la città"

Finisce anche in Sala del Tricolore il caso del brutale pestaggio in carcere ai danni di un detenuto di cui sono accusati dieci agenti della polizia penitenziaria della ‘Pulce’.

PiùEuropa, partito del gruppo di maggioranza, presenterà attraverso Giacomo Benassi un ordine del giorno urgente nella seduta di oggi del Consiglio Comunale. E se verrà ammesso alla discussione, "chiederemo innanzitutto di condannare quanto avvenuto in via Settembrini – si legge in una nota dei radicali – nonché impegneremo sindaco e giunta a richiedere al garante dei detenuti comunale la massima attenzione per la verifica del rispetto dei diritti nei nostri penitenziari". Ma PiùEuropa non si ferma qui e proporrà una campagna di prevenzione. "Stiamo lavorando anche per organizzare un evento pubblico di sensibilizzazione sul tema delle carceri e dei diritti costituzionali a Reggio. Il video dell’aggressione ci ha lasciati profondamente scossi. Esprimiamo una ferma condanna per questi fatti che non possono e non devono lasciarci indifferenti, soprattutto perché vedere uomini in divisa, quindi rappresentanti dello Stato, usare metodi che tolgono la dignità ad un essere umano è una sconfitta per i diritti di tutti i cittadini.Questi metodi e questo carcere non hanno nulla a che fare con i principi sanciti nell’articolo 27 della nostra Costituzione, il quale afferma che “le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato”". Infine una richiesta al Ministro Nordio: "Serve un intervento strutturale di revisione generale dello strumento detentivo, con un eventuale intervento legislativo di indulto volto anche a commutare la pena in altra specie o modalità consentita dalla legge".

Anche Coalizione Civica esprime una "ferma condanna verso le violenze", chiedendo "investimenti sul carcere". Nel dicembre 2022 il consigliere Dario De Lucia era sceso a Roma per incontrare la senatrice di Sinistra Italiana, Ilaria Cucchi portando una serie di richieste del territorio reggiano. Tra cui proprio la grave situazione del carcere di Reggio; infatti nella primavera del 2023 la senatrice si recò al carcere e ne seguì una relazione non rosea. "Non si può che provare un senso di ripugnanza e dolore nel vedere uomini in divisa usare metodi non solo illegali ma che tolgono ogni sembianza umana a un uomo incappucciandolo, colpendolo con pugni e calci, rendendolo totalmente vulnerabile e indifeso", commenta Coalizione Civica che candiderà alle elezioni Fabrizio Aguzzoli. "Rivolgiamo invece un plauso alla Procura di Reggio che ha condotto l’indagine avvalendosi anche del Nucleo Investigativo Regionale della polizia penitenziaria. Il sovraffollamento nelle carceri è al 127%. Nei 187 istituti italiani sono detenute oltre 60mila persone a fronte di 47mila posti. I suicidi hanno raggiunto un livello insostenibile e questo non va bene, il livello di civiltà di una Nazione si valuta dalle condizioni delle carceri e da come tratta chi vive queste strutture".