Preso insospettabile. Spacciava vari tipi di droghe sintetiche: arrestato educatore

Il 42enne lavora in una cooperativa pubblica impegnata anche nel recupero di tossicodipendenti: dalla sua tasca spuntano chetamina, speed e mdma.

Preso insospettabile. Spacciava vari tipi di droghe sintetiche: arrestato educatore
Preso insospettabile. Spacciava vari tipi di droghe sintetiche: arrestato educatore

Di giorno era impegnato come dipendente nel ruolo di educatore in una cooperativa dedita, tra le altre cose, al recupero di persone con problemi di tossicodipenza, di notte spacciava droga: chetamina, speed, Mdma. Queste le sostanze che hanno trovato, addosso a lui e nella sua abitazione, i carabinieri: così è finito in arresto un quarantaduenne di Reggio, che lavorava come educatore in una cooperativa del settore pubblico della città, attiva in vari settori del sociale tra cui proprio il recupero di soggetti fragili con problemi di dipendenze. Variegato il campionario che è stato trovato in disponibilità del quarantaduenne reggiano, fermato per un controllo da una pattuglia della sezione radiomobile dei carabinieri della compagnia di Reggio Emilia, l’altra notte, in stazione. Erano le 4. 30 circa e i carabinieri hanno deciso di procedere a un controllo, fermando l’uomo che era in sella alla sua bicletta, nella zona della stazione storica.

In fase di identificazione, però, il quarantaduenne è apparso molto agitato e sembrava anmche avere fretta di andarsene, circostanza, questa, che ha subito insospettito i militari dell’Arma. L’educatore è stato quindi portato in caserma e qui si è proceduto all’ispezione personale dell’uomo, che si è conclusa con esito positivo: nella tasca dei suoi pantaloni infatti gli sono state trovate tre dosi di chetamina, dieci dosi di speed e nove dosi di Mdma, oltre a una decina di pasticche ad azione stupefacente del tipo buprenorfina sequestrate e a 120 euro ritenuti provento dell’attività illecita di spaccio.

I carabinieri hanno quindi deciso di proseguire con i controlli e sono andati a vedere nell’abitazione dell’uomo, nella periferia cittadina: qui sono state trovate e sequestrate altre tre dosi di Mdma, una dose di chetamina, un bilancino di precisione e del materiale idoneo al confezionamento delle dosi. Alla luce dei fatti, l’uomo, impegnato in una cooperativa impegnata nel recupero di soggetti dediti anche al consumo di stupefacenti, è stato arrestato dai carabinieri per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Per la droga, i contanti e i cellulari è scattato il sequestro.

Grazie agli approfondimenti investigativi, i carabinieri hanno ricondotto il possesso di tali tipologie di stupefacenti ai fini di spaccio. L’uomo, ristretto al termine delle formalità di rito a disposizione della Procura di Reggio, diretta dal procuratore Calogero Gaetano Paci, è difeso dall’avvocato Giuseppe Caldarola, prossimamente la convalida in tribunale. Il relativo procedimento, che è ora nella fase delle indagini preliminari, proseguirà per gli approfondimenti investigativi consueti al fine delle valutazioni e determinazioni inerenti all’esercizio dell’azione penale.