Pugni alla vicina per il portone del condominio aperto

Novellara, la donna ha chiesto a un inquilino di non chiuderla fuori dal palazzo: lui, 73 anni, l’ha mandata all’ospedale

I carabinieri di Novellara
I carabinieri di Novellara

Novellara (Reggio Emilia), 28 agosto 2023 – Ha chiesto a un condomino di lasciare la porta aperta, ma è stata presa a pugni ed è finita all’ospedale. È successo a Novellara, dove i carabinieri hanno denunciato un uomo di 73 anni.

Stava entrando nel palazzo, quando un’abitante dello stesso, una 50enne che si trovava nel giardino col suo cane, gli ha chiesto di poter lasciare aperto il portone perché non aveva le chiavi con sé. Da qui è partita una lite con l’anziano che si è avvicinato alla donna aggredendola con un colpo al volto. Il 73enne è stato poi denunciato alla Procura con l’accusa di lesioni personali, mentre la donna ha dovuto ricorrere alle cure mediche al pronto soccorso dal quale è stata dimessa con una settimana di prognosi.

A poca distanza dall’episodio, i carabinieri di Novellara sono dovuti intervenire per un’altra lite. Protagonisti stavolta due uomini che si erano incontrati per chiarire una questione debitoria pendente del valore di 50 euro. Il debitore, un 45enne, ha cominciato a filmare il dialogo con il telefonino. Il creditore, un 33enne, si è innervosito e gli ha strappato lo smartphone dalle mani per poi colpire il ‘rivale’ prima con un ramo di una pianta e poi con un pugno alla mandibola. La vittima dell’aggressione, dopo essere andato al pronto soccorso (otto giorni di prognosi per lui) si è presentato in caserma dove ha denunciato il giovane che dovrà rispondere di lesioni personali.

a. le.