Reggio Emilia, test per prevenire i tumori del distretto testa-collo

L'equipe dei Otorinolaringoiatria ha eseguito 230 visite gratuite agli stand in centro storico

Gli operatori impegnati nei test

Gli operatori impegnati nei test

Reggio Emilia, 25 settembre 2023 - Buona partecipazione, sabato in piazza Martiri del 7 luglio in centro a Reggio Emilia, per la “Make Sense Campaign”, la campagna europea di educazione e sensibilizzazione alla prevenzione dei Tumori del distretto Testa-Collo, a cui ha aderito la locale Ausl. Dalle 9 alle 17 sono state visitate gratuitamente 230 persone . “Grande soddisfazione per questa risposta da parte dei cittadini”, spiega il dottor Angelo Ghidini, direttore della struttura di Otorinolaringoiatria del Santa Maria Nuova, che con i suoi professionisti ha sottoposto i cittadini ai checkup gratuiti. “I numeri di adesione – aggiunge – ci dicono che i cittadini hanno ben chiara l’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce di questo tipo di carcinoma che è semplice e non richiede metodi invasivi. La prevenzione dei Tumori Testa-Collo, consentendo una chirurgia conservativa, evita trattamenti demolitivi con conseguenze invalidanti, riduce i costi di terapie e riabilitazione, aumenta fino all’80% la sopravvivenza libera da malattia e, in definitiva, migliora la qualità della vita. Ringrazio di cuore tutti i collaboratori dell’Otorino, meravigliosi e generosi professionisti e i volontari e operatori di Croce Rossa, Lilt, Luoghi di Prevenzione e SerDP che hanno reso possibile questa giornata a favore della promozione della salute”. Durante le visite operatori Ausl e volontari dei Centri antifumo e delle associazioni hanno illustrato ai cittadini i corretti stili di vita come tappa fondamentale nella lotta ai tumori. Basti pensare che il 75% dei carcinomi della testa e del collo è causato dal fumo di tabacco e dall’abuso alcolico. Grazie a questa preziosa opera di informazione, dopo essersi sottoposti al test di misurazione del monossido di carbonio, diverse persone (una decina) si sono iscritte ai corsi per smettere di fumare.