Regolamento di conti. Colpisce un minorenne con un tirapugni e gli rompe i denti

La vittima è stato aggredito a Viano fuori dall’abitazione di un suo amico. Ha provato a difendersi e i clienti di un bar vicino hanno sedato gli animi. Denunciato dai carabinieri un ragazzo di 19 anni: è accusato di lesioni aggravate.

Regolamento di conti. Colpisce un minorenne con un tirapugni e gli rompe i denti
Regolamento di conti. Colpisce un minorenne con un tirapugni e gli rompe i denti

È uscito da un’abitazione, dopo aver fatto visita a un amico, a Viano, ritrovandosi di fronte un conoscente, di 19 anni, che senza un apparente logico motivo, lo ha affrontato, sferrandogli al volto un colpo con un "tirapugni". Ne è seguita una colluttazione, con la vittima – un ragazzo minorenne – che ha tentato di reagire e di difendersi.

La situazione ha rischiato di degenerare. Per fortuna erano presenti altre persone nella zona, subito intervenute per dividere i due giovani. La lite, infatti, è stata ben presto sedata dall’intervento tempestivo di alcuni passanti, tra i quali i clienti di un vicino bar, testimoni dell’episodio.

I fatti risalgono alla prima serata del 7 novembre scorso. Verso le 18 il minorenne è uscito dall’abitazione di un amico. E appena fuori c’era il 19enne che, a quanto pare, lo aspettava. In un attimo si è scatenato il gesto violento. Dopo essere stati divisi, con una situazione apparentemente tornata tranquilla, il ragazzino ferito è stato accompagnato al posto di primo soccorso dell’ospedale Magati di Scandiano per medicare "traumi da percosse al volto con rottura denti", che il personale sanitario ha giudicato guaribile in almeno una decina di giorni.

Successivamente, accompagnato dai familiari, lo stesso giovane ferito si è recato nella caserma della tenenza di Scandiano per sporgere querela, segnalando anche i possibili testimoni da ascoltare per ricostruire quanto accaduto.

La querela ha fatto avviare le indagini dei carabinieri, che hanno permesso di raccogliere elementi ritenuti sufficienti per poter inoltrare la denuncia alla magistratura reggiana a carico del 19enne accusato dell’aggressione improvvisa ai danni del minorenne. Sono stati ascoltati anche i testimoni indicati dalla parte lesa, che erano sul luogo della lite, assistendo all’intera scena in questione.

La tesi accusatoria è stata praticamente confermata dalle testimonianze raccolte. E per questo è scattata la denuncia a carico del 19enne, per lesioni personali aggravate. Non si esclude un gesto premeditato, forse dovuto a precedenti contrasti tra le parti.