"Riqualificare il Bellarosa e rafforzare il commercio"

L’incontro dei candidati di ’Alternativa Civica ’ con il mondo dell’economia

"Riqualificare il Bellarosa e rafforzare il commercio"

"Riqualificare il Bellarosa e rafforzare il commercio"

Riqualificare il villaggio industriale Bellarosa; far decollare l’area di sviluppo economico sovraprovinciale nella zona del casello A1 Terre di Canossa; attuare strategie di rafforzamento del commercio con, tra l’altro, l’aumento della dotazione di parcheggi in centro.

Sono tra le proposte emerse dal confronto tra il mondo dell’economia locale e Alberto Iotti e Luca Paterlini – candidati a sindaco e vice sindaco da Alternativa Civica – nell’importante incontro che si è svolto l’altra sera al centro Mavarta.

Presenti imprenditori locali dell’industria, artigiani, commercianti, professionisti e agricoltori, che hanno espresso i problemi dei rispettivi settori, avanzato richieste e appunto suggerimenti.

Sant’Ilario ha sempre avuto una forte vocazione industriale e artigianale, a partire dall’esperienza pionieristica del Bellarosa, nato a inizio anni ’60 e che oggi ospita realtà come Fagioli spa, Interpump Group e Grissinbon. "Il Bellarosa soffre l’assenza di una rigenerazione urbanistica per metterlo al passo con i tempi, così come dei più ordinari interventi di manutenzione – dicono Iotti e Paterlini –. Circa tre anni fa il Comune ha definito uno studio di fattibilità; in sede di commissione consiliare abbiamo presentato osservazioni migliorative a cui per non è mai stata data risposta. Allo stesso studio non ha fatto seguito nessuna azione concreta. Ci impegnamo a realizzare un progetto esecutivo per ricercare i necessari finanziamenti regionali e statali".

Una grande potenzialità non sfruttata è rappresentata dall’area vicino al Casello A1: "È prevista da più di un decennio dalla pianificazione, ma i Comuni di Sant’Ilario, Campegine e Gattatico, insieme alla Provincia, non ne hanno mai promosso lo sviluppo. È destinata all’insediamento di attività innovative e sostenibili, non solo locali". Rispetto al tessuto commerciale urbano è necessaria "una strategia per fare fronte ai profondi cambiamenti in atto". Sono stati sollecitati interventi di rafforzamento del ruolo del centro sia migliorando la dotazione di parcheggi, sia sviluppando un insieme organico di iniziative. È stato anche chiesto un rinnovamento della formula stanca delle fiere stagionali.