Rubano elettricità per mesi. Denunciati due uomini

Enel ha notato l’attività sospetta: al via gli accertamenti con i carabinieri. Era stato realizzato un allaccio abusivo che intercettava la linea principale .

Rubano elettricità per mesi. Denunciati due uomini

Verifiche dei tecnici con i carabinieri

Il contatore elettrico doveva essere disattivato ormai dall’inizio dell’aprile dello scorso anno. Ma un tecnico Enel ha notato un’attività sospetta di quel contatore, che in teoria doveva essere spento, senza alcun consumo. Inevitabile un accertamento, che è stato svolto insieme ai carabinieri di Castelnovo Sotto, chiamati all’edificio in questione per verificare la situazione. In effetti, l’interruttore generale era abbassato, in funzione "off", regolarmente isolato dalla rete, ma con una modifica attuata con un collegamento abusivo, realizzato intercettando la linea principale Enel situata dietro il contatore, unendo direttamente i cavi dell’impianto elettrico dell’abitazione. Quindi, con la manomissione del misuratore, tolto dalla propria sede, era stato realizzato l’allaccio irregolare.

I tecnici Enel, con un apposito strumento, alla presenza della pattuglia dei carabinieri hanno misurato il consumo di energia elettrica, indicando che la cessazione dell’utenza era avvenuta nell’aprile 2023, precisando che il collegamento abusivo era stato effettuato presumibilmente in prossimità della data del distacco del contatore. Ovviamente, al momento del controllo, l’edificio è risultato rifornito di energia elettrica. Con l’accusa di furto aggravato, i carabinieri hanno denunciato due uomini di 29 e 52 anni, entrambi residenti nella Bassa. L’erogazione elettrica è stata nuovamente interrotta con ulteriori sigilli all’impianto del contatore.

Antonio Lecci