San Polo d'Enza, la badante era anche ladra di bancomat

Denunciata per prelievi illeciti ai danni della famiglia per cui lavorava

Indagini dei carabinieri

Indagini dei carabinieri

San Polo d’Enza (Reggio Emilia), 7 febbraio 2024 – Incaricata di assistere un anziano, come badante, una donna di 64 anni ne avrebbe approfittato per usare in modo illecito la carta bancomat intestata alla moglie del pensionato, effettuando tre operazioni in un mese, tra dicembre e gennaio, prelevando oltre duemila euro in contanti. Quando la vittima si è accorta dell’ammanco, ha presentato querela ai carabinieri di San Polo, paese teatro dei fatti. Grazie alle telecamere di videosorveglianza dell’istituto bancario usato per i prelievi, si è arrivati all’identificazione del presunto autore del reato, denunciato per furto in abitazione e indebito utilizzo di carte di credito e di pagamento. L’autore dei prelievi è risultata essere la badante del marito della vittima dei furti, oltretutto già nota per simili reati. E quando il riconoscimento fotografico ha dato esito positivo, per la badante 64enne è scattata la denuncia, oltre alla quasi certa perdita della mansione di fiducia che le era stata affidata dai derubati.