Scomparso dopo una gita in montagna: non dava notizie da oltre due giorni, poi il lieto fine

Ramiseto (Reggio Emilia), l’uomo si era incamminato sabato pomeriggio, attivati i soccorsi. Il 71enne era in un rifugio dove non prendeva il telefono. Nel pomeriggio è riuscito a chiamare il figlio

Ricerche del Soccorso alpino in montagna: trovato il 71enne, sta bene

Ricerche del Soccorso alpino in montagna: trovato il 71enne, sta bene

Ramiseto (Reggio Emilia), 2 aprile 2024 – Sono state ore di apprensione per un settantunenne del Reggiano, che non dava notizie di sé da oltre due giorni. Era partito sabato pomeriggio per andare a fare un giro in montagna, aveva parcheggiato l’auto a Succiso Nuovo e poi da lì si era incamminato.

Non sentendolo da due giorni e pensando che gli potesse essere capitato qualcosa, questa mattina i familiari hanno allertato i soccorsi, che si sono attivati immediatamente.

In corso le ricerche per tutta la mattinata di oggi da parte della stazione monte Cusna del Soccorso alpino e speleologico Emilia Romagna, l'Unita cinofila del Soccorso alpino, i vigili del fuoco e i carabinieri. La zona in cui si sono concentrate le ricerche è stata quella del Lagastrello fino al confine con la Toscana mentre il campo base di ricerca è stato posizionato a Succiso, dove partono i sentieri escursionistici.

Poi finalmente, attorno alle 14, il settantunenne è riuscito a telefonare al figlio: stava bene, si trovava semplicemente in un punto in cui non prendeva il telefono.

Inizialmente si credeva che fosse al rifugio Ghiaccioni (Ramiseto), invece da quella zona aveva proseguito per il rifugio Città di Sarzana, alle pendici del Monte Acuto.

Dato che le condizioni meteo erano sfavorevoli, aveva deciso di fermarsi lì finché non il tempo non fosse migliorato. E così, il lieto fine: appena ha avuto la possibilità di spostarsi, ha telefonato al figlio. Per fortuna il 71enne, residente nella zona montana, stava bene.