Spacca gli arredi di una trattoria: arrestato

Il 44enne ubriaco ha anche ferito un carabiniere. In tribunale ha negato tutto: il processo per direttissima è fissato in marzo

Spacca gli arredi di una trattoria: arrestato
Spacca gli arredi di una trattoria: arrestato

Arrestato dai carabinieri di Baiso, su segnalazione del titolare di una trattoria di Castelnovo Monti, un 44enne originario del Marocco per minacce, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Era stata segnalata ai carabinieri la presenza di uno straniero che aveva danneggiato alcuni suppellettili del locale commerciale castelnovese. Giunti sul posto i militari hanno constatato che nel frattempo l’uomo si era allontanato, ma pochi minuti dopo è stato rintracciato in una strada poco distante dall’esercizio commerciale che ne aveva segnalato la presenza e il cattivo comportamento. Alla vista dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, gli operanti si sono avvicinati al marocchino, già da subito in evidente stato di ebbrezza, il quale si è però dimostrato poco collaborativo, inveendo contro i carabinieri, dando in escandescenza e sferrando calci ai componenti della pattuglia della stazione di Baiso. Seppure a fatica, i militari riuscivano a bloccare l’uomo e a condurlo in caserma dove continuava imperterrito la sua condotta resistente che con molta fatica e pazienza veniva poi vinta dai militari operanti. Per questi motivi con le accuse di minacce e resistenze a pubblico ufficiale, i carabinieri della stazione di Baiso hanno quindi arrestato il cittadino marocchino di 44 anni domiciliato in un comune dell’Appennino reggiano ristretto, al termine delle formalità di rito, a disposizione della Procura della Repubblica di Reggio Emilia, diretta dal procuratore Calogero Gaetano Paci. Gli accertamenti relativi al procedimento sono in fase di indagini preliminari con relativi approfondimenti al fine delle valutazioni e determinazioni inerenti all’esercizio dell’azione penale. Il fatto è accaduto martedì mattina con l’intervento dei carabinieri di Baiso, allertati dal 112 e inviati alla trattoria di Castelnovo dove era stata segnalata la furia del 44enne in stato di ebrezza con danneggiamento di suppellettili del locale. A seguito della condotta violenta dell’uomo, un militare ha riportato lesioni giudicate guaribili in 8 giorni. Condotto in ospedale anche il 44enne, al fine di somministrargli un calmante. L’uomo era apparso piuttosto agitato, al punto che gli operatori della Croce Rossa lo hanno dovuto sedare con una doppia dose. Per lui sono stati ipotizzati i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Ieri è comparso davanti al giudice Giovanni Ghini per l’udienza di convalida dell’arresto: il 44enne ha risposto alle domande, negando gli addebiti. Il pm ha chiesto la misura cautelare dell’obbligo di firma quotidiana, poi disposta dal giudice. L’avvocato Matteo Gambarini si era rimesso a giustizia, e poi ha chiesto un termine a difesa: il processo per direttissima è fissato in marzo.

Settimo Baisi

Alessandra Codeluppi