Tenta di investire la madre: giovane arrestato

Lei si rifiuta di dargli le chiavi dell’auto, il figlio le sottrae il portafoglio. Voleva i soldi per la droga, i maltrattamenti andavano avanti da mesi

Tenta di investire la madre: giovane arrestato

Sono intervenuti i carabinieri della stazione di Montecchio Emilia: arrestato un ventitreenne

Maltrattava la madre già da diversi mesi fino al grave episodio dell’altro pomeriggio quando lei si è rifiutatadi dargli le chiavi dell’auto e lui è andato in escandescenza usando violenza nei confronti della donna: dopo averle sottratto il portafoglio, con l’auto ha cercato di investirla, poi è scappato. La madre aveva denunciato il figlio, 23 anni, poche ore prima. I carabinieri della stazione di Montecchio Emilia lo hanno rintracciato poco lontano. Per questi motivi i militari, a conclusione dell’intervento con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, minaccia e rapina hanno arrestato un 23enne residente in Val d’Enza, ristretto al termine dele formalità di rito a disposizione della Procura di Reggio Emilia, diretta dal procuratore Calogero Gaetano Paci. La donna, 45 anni, è ricorsa alle cure mediche ed è stata dimessa con una prognosi di 5 giorni per le policontusioni che avrebbe riportato a seguito dell’aggressione del figlio. Proseguono gli accertamenti, in fase di indagini preliminari.

L’episodio che ha fatto scattare l’arresto risale al 4 gennaio (giovedì), con il giovane che è stato arrestato dopo le 14.30. La madre, prima, era andata in caserma dove aveva formalizzato una denuncia per maltrattamenti in famiglia nei confronti del figlio. Ha raccontato che da mesi subiva offese e minacce di morte sempre legate alle richieste di soldi per acquistare la droga, tanto da vederla costretta a dormire altrove per timore che il figlio potesse farle del male, ha detto ai carabinieri. Dopo la denuncia era andata in banca a prelevare 50 euro per il figlio ma poi, quando è tornata a casa, si è rifiutata di lasciare la macchina al figlio. Allora il 23enne ha dato in escandescenze: prima ha spintonato la madre, facendola sbattere con violenza contro i cassonetti vicino al cancello del cortile, poi si è messo alla guida dell’auto della madre e ha cercato di investirla. Sceso dall’auto, ha cercato di aggredirla di nuovo, poi ha lasciato perdere dal momento che era presente un passante, verso il quale ha indirizzato minacce e sputi. Poi è salito di nuovo sull’auto ed è fuggito. Subito sono arrivati i carabinieri di Montecchio, che si sono messi a cercare il giovane: trovato, l’hanno portato in caserma. Qui, anche in considerazione del fatto che la presunta condotta maltrattante pare vedesse il giovane avere comportamenti simili da alcuni anni nei confronti della madre, i carabinieri, considerata la flagranza del reato di rapina, lo hanno arrestato.