Torneo della giustizia. In campo avvocati e forze dell’ordine

È stato dedicato a Nicolino di Michele, comandante della Penitenziaria di Parma: l’omaggio alla famiglia.

Torneo della giustizia. In campo avvocati e forze dell’ordine
Torneo della giustizia. In campo avvocati e forze dell’ordine

Al ‘Torneo della giustizia’ competizione e solidarietà vanno a braccetto. Alla gara di calcio a cinque, organizzata per la prima volta nel 2019, partecipano squadre composte dagli avvocati reggiani – quest’ultima ribattezzata ‘Duralex’, organizzatrice dell’evento – e dalle forze dell’ordine che, per un giorno, sostituiscono la divisa d’ordinanza con la maglietta da calciatore. All’ultima iniziativa, tenuta il 16 dicembre nel centro sportivo ‘Giocare’ di via Aristotele, hanno partecipato le formazioni della questura reggiana-sindacato Siulp, che si è aggiudicata l’edizione 2023, oltre a quelle della polizia penitenziaria, della polizia locale, della guardia di finanza di Reggio, carabinieri di Parma e avvocati reggiani. All’evento hanno partecipato un centinaio di persone e hanno voluto essere presenti anche il questore, i comandanti dei carabinieri e della finanza, della penitenziaria di Reggio e Parma, la direttrice del carcere della Pulce, andando a sostenere in panchina i loro uomini dispiegati in campo, oltre al magistrato di sorveglianza. Il torneo era intitolato alla memoria di Nicolino di Michele, comandante della polizia penitenziaria di Parma e consigliere comunale a Termoli venuto a mancare in agosto, a 55 anni, a causa di un malore, lasciando la moglie e il giovane figlio Mattia a cui gli organizzatori del torneo hanno riservato un omaggio.

Alessandra Codeluppi