Unahotels, con Trento la posta vale doppio

Un successo sulla Dolomiti Energia darebbe la quasi certezza dei playoff. Pubblico delle grandi occasioni, Black all’esordio

Unahotels, con Trento la posta vale doppio

Unahotels, con Trento la posta vale doppio

Ci sono partite che valgono un’intera stagione e quella di stasera, contro Trento, assomiglia molto ad una di queste. La Pallacanestro Reggiana ha infatti la possibilità di mettere a segno una vittoria che avrebbe un peso enorme nella corsa ai playoff. Alviti e compagni sono attualmente al nono posto a quota 20 e verrebbero staccati di quattro punti a nove giornate dalla fine. Non una ‘sentenza’, ma un bel passo avanti sicuramente.

Se poi si volesse completare l’impresa, un successo con 11 punti di scarto ribalterebbe la differenza canestri dando così all’Unahotels (almeno ‘virtualmente’…) sei punti di vantaggio sulla nona posizione. In quella situazione la postseason per i biancorossi sarebbe veramente vicinissima.

Prima però bisogna fare i conti con una squadra che – pur essendo reduce da un periodo negativo (un solo successo nelle ultime sette) – ha un roster molto importante, formato da un nucleo italiano di primo livello (Biligha, Alviti e Forray su tutti, ma anche Mattia Udom e Conti) e stranieri di fascia medio-alta come all’ala lettone Grazulis (14,2 punti di media col 65% da 2 e il 45 da 3) e gli esterni a Prentiss Hubb (12,4 punti e 6,1 assist) e Kamar Baldwin (13,3 punti e 4,2 assist con il 46,8% da 2 e il 36,5 da 3).

Insomma, un collettivo completo, costruito per stare stabilmente nelle prime 7-8 posizioni e che fa della circolazione di palla una delle armi migliori. Quella di Galbiati è infatti la seconda squadra di tutta la Serie per numero di assist a partita (19,8), dietro solo alla Virtus Bologna (22,2). Servirà quindi una prova di alto livello su entrambi i lati del campo per la Pallacanestro Reggiana che non dovrà avere cali di concentrazione.

Una mano potrà arrivare anche dal nuovo acquisto Tarik Black, centrone di stazza (205 per 120kg) con un curriculum altisonante, anche se il suo impiego – come confermato da Priftis – dovrà essere limitato perché era reduce da quasi 9 mesi di inattività e ha messo ‘nelle gambe’ appena due settimane di allenamento. Non sarà quindi lui, probabilmente, a risolvere le problematiche che l’Unahotels potrà incontrare questa sera sul proprio cammino.

Di sicuro se la Pallacanestro Reggiana si presenterà in campo con l’atteggiamento apprezzato alle Final Eight, per Trento non sarà facile espugnare un PalaBigi che – in questo campionato – è stato violato solo da Tortona e Brescia (bilancio casalingo di 8 vinte e 2 perse). A spingere i ragazzi di Priftis ci sarà il pubblico delle grandi occasioni che quest’anno sembra avere un feeling davvero speciale con i protagonisti in campo, spesso spronati a dare il meglio nel ‘catino’ di via Guasco. La gara sarà trasmessa in diretta anche da Eurosport 2 oltre che, come di consueto, dalla piattaforma streaming Dazn.