Ztl estesa, si parte il 7 Tolleranza di un mese poi vigili e telecamere "Più posti per residenti"

Ogni giorno in media Corso Garibaldi è attraversato da 4mila veicoli. Gli accertatori potranno multare sugli stalli a righe bianche-blu. Semplificazione permessi, per richiederli anche in tempo reale.

Ztl estesa, si parte il 7  Tolleranza di un mese  poi vigili e telecamere  "Più posti per residenti"

Ztl estesa, si parte il 7 Tolleranza di un mese poi vigili e telecamere "Più posti per residenti"

di Stella Bonfrisco

L’estensione della Ztl in via Emilia Santo Stefano e Corso Garibaldi è provvedimento ufficiale a partire da lunedì prossimo, 7 agosto. A giorni ci sarà l’ordinanza attuativa da parte dell’amministrazione comunale, mentre si stanno già posizionando segnaletiche orizzontali e verticali, controlli ai varchi da parte della polizia municipale per accompagnare cittadini alle nuove modalità di percorrenza e divieti. Questo fino al 30 settembre, per consentire un periodo di ‘assestamento’ in coincidenza all’apertura delle scuole, dopo di che diventeranno operativi i controlli degli agenti ai varchi. E da gennaio 2024 saranno attive le telecamere.

"Di questo provvedimento e della sua necessità si discute da tempo - ha detto il sindaco Luca Vecchi. - Per questo vorrei ricordare che dal 2017 al 2021 sono stati 142 i ciclisti e pedoni investiti in due punti nodali e particolarmente frequentati dell’Area pedonale: via Emilia Santo Stefano e via Toschi Auto, furgoni e motocicli circolano intensamente in centro storico, soprattutto in Area pedonale e a velocità significative, situazione aggravata dal fatto che i percorsi si svolgono in spazi dedicati al passaggio e al passeggio pedonale e spesso ospitano distese".

Risulta poi che molti veicoli di non residenti sono parcheggiati in Ztl (negli stalli con doppia riga, riservati ai residenti dopo le 20) creando difficoltà nella sosta a chi abita in centro storico: 1.200 posti auto in Ztl, di cui però il 35% è occupato da non residenti. Con le nuove disposizioni, rientrerà nelle mansioni degli accertatori di sosta verificare la correttezza dei parcheggi.

"Con questa azione diamo seguito alla messa a sistema di provvedimenti a tutela della qualità dello spazio in centro storico e della sosta dei residenti, a partire dai dati che abbiamo a disposizione - ha detto l’assessora alla Mobilità sostenibile Carlotta Bonvicini - I dati ci parlano di 4.000 veicoli al giorno che percorrono corso Garibaldi, gran parte dei quali utilizzandolo quale itinerario di attraversamento, e di un 30-35% di veicoli in sosta nella Ztl che non sono di residenti e che sottraggono appunto ai residenti stalli per le loro auto. Con l’estensione della Ztl e la riorganizzazione dell’accessibilità e della sosta, vogliamo garantire maggior vivibilità nelle Aree pedonali, nelle Ztl e in generale nel centro storico: tutti elementi emersi e dichiarati anche nel percorso di confronto con residenti, commercianti, scuole e parrocchie. Stiamo inoltre lavorando alla semplificazione dei permessi, perché possano essere richiesti anche in tempo reale, secondo le necessità che si vengono a creare, come ad esempio un cambio di targa, in modo da rendere l’accesso al centro più flessibile e funzionale". Paolo Gandolfi, dirigente del servizio Mobilità sostenibile del Comune, ha ricordato che "la Ztl è una peculiarità tutta italiana. In altri Paesi europei, dalla Francia alla Germania e alla Gran Bretagna, nei centri storici si applica l’Area pedonale generalizzata. In Italia, dove i centri storici sono ancora abitati e accolgono ancora diverse attività si attua la Ztl per tenere conto della diversità di funzioni presenti in centro storico. Si stima che via Emilia Santo Stefano e corso Garibaldi con la Ztl saranno percorsi da almeno 1.500 veicoli in meno, che potranno essere assorbiti senza difficoltà dalla circonvallazione".