Battere Trento di 11 punti. Così i play off sono certezza

Domani al Bigi lo ’spareggio’ con la Dolomiti che porta in dote il +10 dell’andata. Coach Galbiati ha un roster di qualità, ma ha vinto una volta sola nelle ultime 7 gare.

Battere Trento di 11 punti. Così i play off sono certezza

Battere Trento di 11 punti. Così i play off sono certezza

Una sfida che avrà un valore molto superiore ai due punti assegnati dal campo.

È quella che domani alle 20,30 (diretta su Eurosport e Dazn) attende la Pallacanestro Reggiana che ospiterà Trento al PalaBigi in una sorta di ‘spareggio playoff’. Attualmente al nono posto con 20 punti in classifica, la Dolomiti Energia è infatti la prima avversaria dell’Unahotels, perché è una squadra molto attrezzata e dall’andata si porta in dote un bel vantaggio nello scontro diretto (+10).

La priorità dei ragazzi di Priftis sarà ovviamente quello di portare a casa un successo non semplice, ma se ci saranno i presupposti bisognerà tenere presente che una vittoria di almeno 11 punti potrebbe valere (quasi) come un ticket per la postseason. In quel caso infatti i biancorossi andrebbero addirittura a +4 sul nono posto e col cuscinetto degli scontri diretti favorevoli (quindi virtualmente a +6). Questo significherebbe che la squadra di coach Galbiati dovrebbe poi fare qualcosa di straordinario nelle restanti nove gare per tagliare fuori Reggio. Ovviamente servirà una mezza impresa perché la Dolomiti Energia nonostante l’ultimo periodo non felice (una sola vinta nelle ultime sette di campionato) ha avuto la sosta per poter lavorare e ripartire al meglio, riprendendo il cammino che a inizio campionato l’aveva vista tra le prime della classe.

Il nucleo italiano a disposizione di coach Galbiati è di primo livello (Biligha, Alviti e Forray su tutti, ma anche Mattia Udom e Conti) e anche gli stranieri sono di fascia medio alta. Pensiamo in particolare al lettone Grazulis (nella foto, 14,2 punti di media col 65% da 2 e il 45 da 3) bestia nera per l’Unahotels (pare che l’ala abbia già l’accordo con la Virtus per la prossima stagione), ma anche a Prentiss Hubb (12,4 punti e 6,1 assist) che all’andata fece il diavolo a quattro sfiorando anche la ‘doppia doppia’ (per lui 17 punti e 9 assist).

Insomma una squadra di tutto rispetto, costruita per stare nelle prime sette-otto posizioni e che fa della circolazione di palla uno dei tratti distintivi, visto che Forray e compagni sono la seconda squadra di tutta la Serie per numero di assist a partita (19,8), dietro solo alla Virtus Bologna (22,2).

Servirà quindi una prestazione di altissimo livello su entrambi i lati del campo per la Pallacanestro Reggiana che sabato potrà contare anche sul nuovo acquisto Tarik Black sotto le plance. Ad arbitrare l’incontro sarà la terna composta da Giovannetti, Bettini e Patti. Due punti con Trento possono davvero cambiare volto alla volata finale.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su