Il confronto. "Sì, così non va ma negli spogliatoi ci siamo chiariti»

Capitan Rozzio analizza il momento no della Reggiana "Non siamo contenti, dobbiamo cambiare marcia".

"Sì, così non va ma negli spogliatoi ci siamo chiariti"

"Sì, così non va ma negli spogliatoi ci siamo chiariti"

Considerando tutte le competizioni è arrivato a quota 183 gettoni in granata (10 gol e un assist). In Serie B sono 32 (tutte con la Reggiana), di cui nove quest’anno in cui ha sempre giocato 90 minuti.

Paolo Rozzio dalla firma in granata (era il 9 agosto 2016) ad oggi le ha viste davvero tutte. Anche lui a Modena è affondato sui colpi di Manconi, Falcinelli e compagnia, ma il capitano, con le sue parole, dimostra che non vuole lasciare la sua nave in mezzo alla mareggiata. L’imperativo è tornare a navigare.

Paolo Rozzio, non è il primo momento negativo, ma quattro gare senza vincere quanto pesano?

"Non siamo assolutamente contenti perché un bottino del genere non è ciò che vogliamo e non è per questo che lavoriamo. C’è tanta voglia di invertire la marcia già da domenica col Brescia".

Avete avuto un confronto per capire cosa non funziona?

"Fin da martedì, quando abbiamo ripreso a lavorare, abbiamo fatto i giusti chiarimenti, ma cose naturali quando fai parte di una squadra. Non abbiamo parlato solo di Modena, ma anche di altri episodi capitati in altre partite, che ci hanno fatto riflettere. E lo abbiamo fatto tutti insieme".

Ecco, il derby. Meglio il Modena, ma ad un certo punto il tabellone diceva 1-1…

"C’è un pizzico di rammarico, potevamo pareggiarla, ma onestamente il primo tempo poteva finire tranquillamente 3-0 per loro. Mi dispiace non aver fatto nemmeno un punto, in un campionato così torna comodo soprattutto contro una squadra come il Modena con ambizioni, costruita per fare playoff importanti".

Bozhanaj ha trovato un gran gol.

"Un eurogol, ma prima e dopo potevamo fare di più".

Dal 10 al 26 dicembre quattro gare: le ultime del girone d’andata prima della sosta.

"Si tratta di un mini blocco di partite importantissimo, anche perché tre di queste saranno in casa. Nella sosta di Capodanno ricaricheremo le pile e sarebbe molto importante farlo con un po’ di serenità che ora magari manca visto che non si vince da un po’. Dovremo dare qualcosa in più per arrivare alla ripresa di gennaio nel miglior modo possibile".

Vivendola da fuori, il rientrante Filippo Romagna ha dichiarato di essere molto sereno. Lei che, invece, è sempre stato in campo nelle ultime gare, cosa crede sia mancato?

"Sono dettagli, allenabili, recuperabili dando il massimo durante la settimana. Ci siamo confrontati tutti e ho visto la giusta responsabilità ma anche serenità. Il nostro gruppo è fatto di gente matura e responsabile, per questo sono tranquillo".

Da capitano ha detto qualcosa in particolare?

"Nulla di che: abbiamo nelle corde l’uscire fuori da questa situazione, so che sappiamo e possiamo farlo. Non al sabato, però, quando è già tardi: bisogna farlo già durante la settimana".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su