I lavori alla Collegiata vanno avanti. Un milione dalla Cei per il restauro

Il vescovo Anselmi in visita al cantiere della chiesa di Santarcangelo dopo i ripetuti vandalismi. L’economo della Diocesi: "Congelata l’ipotesi di vendere il Suffragio, useremo i proventi dell’8 per mille".

I lavori alla Collegiata vanno avanti. Un milione dalla Cei per il restauro
I lavori alla Collegiata vanno avanti. Un milione dalla Cei per il restauro

Dopo i furti e i vandalismi contro la Collegiata (l’ultimo la mattina di Santo Stefano) il vescovo di Rimini ha deciso di visitare il cantiere della chiesa parrocchiale di Santarcangelo. Ieri mattina monsignor Nicolò Anselmi, accompagnato da don Danilo Manduchi, economo della Diocesi, e dal parroco don Giuseppe Bilancioni, ha fatto il sopralluogo e si è fermato a parlare a lungo con i responsabili dei lavori. Il vescovo è salito anche sulla torre del campanile, dove è quasi ultimato l’intervento di restauro e messa in sicurezza. Verso la conclusione anche i lavori al transetto sinisto della chiesa, tanto che a breve saranno smontate alcune impalcature.

Una volta terminata questa prima fase del cantiere, si procederà con i lavori di consolidamento del tiburio (la struttura ottagonale sulla sommità della Collegiata), in grave dissesto, e di restauro del transetto destra, della navata centrale e dell’abside. Per questi lavori serviranno 2 milioni di euro. "Il vescovo è rimasto impressionato da come stanno procedendo i lavori alla Collegiata, nonostante la complessità del cantiere e i vandalismi – spiega don Manduchi al termine della visita – E ha promesso il massimo impegno della Diocesi per proseguire l’intervento di restauro e messa in sicurezza. Perché la Collegiata è un bene prezioso, di tutti". Dal Vaticano è arrivata la conferma che "la Cei finanzierà la seconda fase dei lavori con un milione di euro. Non basteranno. Per questo motivo la Diocesi ha deciso di destinare gran parte dei proventi dell’otto per mille dei prossimi anni al restauro della Collegiata". Grazie a queste risorse "è stata congelata – prosegue don Manduchi – l’ipotesi di vendere la chiesa del Suffragio al Comune di Santarcangelo". Ipotesi presa in esame per trovare i soldi per la Collegiata, ma che aveva fatto storcere il naso a parecchi, in città, scatenando le polemiche. Per il momento non se ne parla, "in futuro si vedrà". Quello che è certo è che i lavori alla Collegiata, diretti dall’architetto Mauro Ioli, andranno avanti ancora per anni. Si procederà per stralci: nel 2024 partirà il secondo e, una volta concluso, si cercheranno altre risorse per completare la messa in sicurezza della chiesa, compresa la parte delle cripte.