Imola: "Non tocca ai riccionesi pagare l’avvocato alla Tosi"

L’ex sindaco ribatte alla consigliera: "Buttarla in politica non cambia le cose. Alle mie spese legali ho provveduto da solo".

Imola: "Non tocca ai riccionesi pagare  l’avvocato alla Tosi"
Imola: "Non tocca ai riccionesi pagare l’avvocato alla Tosi"

"Le spese legali di un amministratore si pagano se ci sono le condizioni, ieri come oggi. La verità è questa, non quello che sento dire da Renata Tosi". Daniele Imola è stato sindaco per due legislature tra la fine degli anni Novanta e il 2009. E non ci sta a passare per quello che in passato avrebbe ricevuto aiuti per pagare le spese legali mentre la Tosi non li avrebbe. La Tosi sostiene che la causa nei suoi confronti, intentata per recuperare gli anticipi delle spese legali da lei sostenuti, siano una manovra politica per cacciarla dal consiglio. Ma Daniele Imola non ci sta. "Questa proprio non si può sentire".

Perché?

"La legge è chiara. Se sei assolto pienamente allora puoi chiedere il rimborso. In passato ricordo che Massimo Pironi ricevette un rimborso delle spese legali. Quei soldi non li restituì perché venne assolto, ma per la signora Tosi le cose sono differenti. In uno dei procedimenti è stata condannata per un capo di imputazione e la pena è stata commutata in ammenda. Quindi non si tratta di una assoluzione con formula piena. Nell’altro non è stata condannata per la tenuità del fatto. In quel caso il giudice l’ha considerata una cittadina presente sul posto. Se nel processo sei una semplice cittadina perché i riccionesi dovrebbero pagarti l’avvocato?".

Le sono mai state pagate le spese legali dal Comune?

"Io l’avvocato lo pagai di tasca mia. Era la causa intentata da un privato per Match music. Citarono il Comune e anche me. Venni assolto, ma le spese legali di lite le pagai io".

Nel caso Tosi pensa fosse necessario apire una battaglia politica con la procedura di incompatibilità?

"Cosa avrebbero dovuto fare in municipio? Starsene zitti e venire citati per danno erariale? Ci sono delle leggi da rispettare. Quei soldi sono dei riccionesi, non di altri, questo deve essere chiaro".

Resta la bagarre innescata da una causa in tribunale.

"Non si possono ascoltare le lezioni di Renata Tosi. Stiamo parlando della persona che per anni ha portato in tribunale o davanti alla Corte dei conti amministratori e anche privati cittadini con esposti e denunce. Impossibile tenere conto delle volte in cui ha fatto ‘politica’ in questo modo. Il clima che ancor oggi purtroppo respiriamo in città arriva da lì".

Andrea Oliva