Qui tira un’altra aria. Smog nei limiti di legge: è la prima volta in dieci anni

L’assessora Montini: "Risultato frutto dell’impegno ambientale, ma occorre migliorare" .

Qui tira un’altra aria. Smog nei limiti di legge: è la prima volta in dieci anni
Qui tira un’altra aria. Smog nei limiti di legge: è la prima volta in dieci anni

La qualità dell’aria è migliorata. Anzi, da dieci anni a questa parte non è mai stata così buona. Lo segnala l’amministrazione comunale citando i dati rilevati dalle centraline antismog posizionate in punti strategici del territorio. A Rimini nel 2023 è sceso sotto i 35 giorni, la soglia fissata dalla legge, il numero degli sforamenti annuali del Pm10.

"Le giornate di superamento – precisa Palazzo Garampi – che negli ultimi 10 anni avevano già fatto segnare un trend positivo, più che dimezzando gli sforamenti registrati, nel 2023 scendono per la prima volta sotto il numero di 35, raggiungendo cioè il valore più basso mai registrato negli ultimi 10 anni. La centralina Flaminia ha fatto registrare complessivamente 34 giornate di superamento".

Nel 2011 la centralina Flaminia registrò 72 sforamenti, più del doppio dell’anno appena passato, per poi toccare il picco nel 2012, con 89 superamenti.

"Il risultato raggiunto nel 2023 – dice l’assessora all’Ambiente Anna Montini – non è solo la conseguenza di condizioni meteo e climatiche favorevoli, ma anche il frutto di politiche ambientali avviate negli ultimi anni, che hanno avuto un’attenzione particolare alla rigenerazione urbana in chiave ambientalmente sostenibile e alla promozione della mobilità alternativa all’auto... Ma non dobbiamo accontentarci, è necessario, infatti, continuare su questa strada e investire su campagne di sensibilizzazione per rendere consapevoli ancora più cittadini sul valore della qualità dell’aria. Soprattutto per quanto riguarda l’uso di biomasse (legna e pellet) per il riscaldamento domestico".