Sant’Andrea, raid vandalico sulle auto in sosta

Danneggiati nella notte decine di veicoli dei residenti di via Costa. Cittadini furiosi sui social e stretta sui controlli dei carabinieri

Sant’Andrea, raid vandalico sulle auto in sosta
Sant’Andrea, raid vandalico sulle auto in sosta

Vandali scatenati in via Costa a Sant’Andrea in Casale. Nella notte a cavallo tra sabato e domenica, uno o più teppisti hanno preso di mira la frazione del comune di San Clemente accanendosi contro le auto parcheggiate lungo la strada, facendo saltare diversi specchietti laterali e causando danni ingenti. Sui social è esplosa la rabbia dei proprietari dei veicoli che al mattino per loro sfortuna si sono trovati davanti l’amara sorpresa. "Via Costa a Sant’Andrea in Casale questa notte è stata presa di mira da vandali vigliacchi che hanno pensato bene di divertirsi spaccando tutti gli specchietti delle auto parcheggiate non solo lungo la strada, ma anche negli appositi parcheggi a lisca di pesce in fondo alla via – scrive una residente su Facebook –. Questa mattina (domenica, ndr), quando siamo andati per prendere la macchina, ci siamo accorti dei danni e abbiamo fatto un giro per l’isolato, notando anche altri specchietti distrutti nella zona, tra i quali almeno due furgoncini sicuramente usati per lavoro. Ne abbiamo trovati sulla via Tavoleto davanti a Kenny Motors, nella via dietro alla vecchia Crai dove c’è la ferramenta e nel parcheggio sotto al parco Santi". "Oltre ad un danno materiale al quale uno deve provvedere immediatamente – scrive la residente nel suo sfogo condiviso sui social ci sono una serie di danni subordinati che comportano perdita di tempo e soldi recati dal divertimento effimero di alcune persone di dubbia dignità".

Sul tema è intervenuta anche la sindaca di San Clemente, Mirna Cecchini, che ha spiegato di aver parlato con i carabinieri della stazione di Morciano di Romagna (dalla quale dipendente San Clemente) e "con il maresciallo Pintor il quale prontamente ha già deciso di aumentare il numero dei controlli sul nostro territorio rispetto a quelli di routine". Il comandante della stazione, prosegue la sindaca, ricorda "che qualsiasi cosa sospetta i cittadini possano notare anche durante la notte, va chiamato il 112 che risponde sì da Riccione, ma ha nelle ore notturne la gestione di tutte le macchine in servizio anche quelle delle caserme a noi più vicine". "Sono comportamenti inaccettabili ed estremamente sgradevoli che vanno legalmente perseguiti e sanzionati – aggiunge Cecchini riferendosi agli episodi di vandalismo –. Ma la prima prevenzione è l’attenzione dei cittadini che è il controllo primario e il più efficace. Invito quindi a segnalare alle forze dell’ordine atteggiamenti sospetti e potenzialmente dannosi", conclude la prima cittadina di San Clemente.