"Su mezzo milione di corse ne sono saltate cinquemila"

Start Romagna replica alle critiche della Cgil

"Su mezzo milione di corse ne sono saltate cinquemila"
"Su mezzo milione di corse ne sono saltate cinquemila"

Start Romagna risponde al segretario della Cgil Massimo Bellini, che nei giorni scorsi ha ’bacchettato’ l’azienda del trasporto pubblico circa le corse saltate. "Trasporto pubblico che è un servizio essenziale coperto per oltre il 70% da contributi pubblici perché i ricavi da titoli di viaggio, ancor più dopo la pandemia, non coprono che una minima parte dei costi – attacca Start in una nota –. Costi che sono fortemente aumentati. Quindi è fondamentale, ha ragione Bellini, che tutti richiedano che il Fondo nazionale trasporti sia aumentato. Restando ai numeri: quando si ricordano le 5.000 corse saltate nel 2023, sarebbe bene completare l’informazione ricordando che Start Romagna sul bacino di Rimini effettua oltre 562mila corse l’anno. Quelle saltate, salvo casi eccezionali per improvvise mancanze di personale o guasti meccanici, non riguardano mai il trasporto scolastico e le corse di punta. Resta un disservizio, che crea disagi che tutti coloro che operano in Start vorrebbero evitare, ma si vuole anche ricordare che oltre il 99% dei fruitori del servizio arriva a destinazione". Quanto alla carenza di autisti: "Start sta facendo fronte ad una sostituzione di circa 60 unità ogni anno – conclude l’azienda –, operando su più fronti con il massimo impegno, registrando sempre maggiori difficoltà di reclutamento".