Un rifugio per le donne violentate

Primo obiettivo dell’anno: il Centro di prima emergenza voluto dall’Authority Pari opportunità

Un rifugio per le donne violentate
Un rifugio per le donne violentate

Questo primo mese del 2024 regalerà a San Marino il Centro di prima emergenza. Un luogo attrezzato e adeguato ad accogliere le vittime di violenza, donne ed eventuali minori a carico, così come minori non accompagnati, offrendo una risposta concreta nelle prime 24-48 ore. Nell’attesa di poter procedere a

livello giuridico e trovare una adeguata sistemazione temporanea e poi definitiva. "Nel 2023 – raccontano dall’Authority Pari opportunità – sono stati realizzati numerosi progetti per migliorare e potenziare l’assistenza alle donne vittime di violenza, rafforzando l’attività di sensibilizzazione nell’opinione pubblica riguardo al tema della violenza di

genere". Ora l’apertura del centro. "Le linee guida internazionali così come i fatti di cronaca, indicano quanto sia importante offrire un aiuto nell’urgenza e quanto le prime ore siano delicate sia per la salute della donna che per il proseguo nella scelta della denuncia.

Con il Centro di prima emergenza anche nella nostra Repubblica si potrà, così, avere un rifugio sociale in cui la vittima possa essere presa in carico nell’urgenza, in uno spazio sicuro, predisposto a soddisfarne le necessità immediate, dove i professionisti siano pronti ad accoglierle fornendo loro non solo un’assistenza sanitaria e legale, ma soprattutto garantirne protezione, sicurezza e sostegno". Questo centro è stato fortemente voluto dall’ Authority e verrà realizzato grazie alla collaborazione di tutta la rete antiviolenza e soprattutto dei servizi sociali Iss. "Tra coloro che hanno reso possibile la realizzazione del centro, teniamo a ringraziare il club service Soroptimist San Marino, da sempre attiva nel campo dei diritti umani, che ha sostenuto l’iniziativa donando mobili e arredi per la realizzazione dell’alloggio, in continuità con il progetto ’La Stanza per Te’ realizzato in collaborazione con Il corpo della Gendarmeria". Una stanza che ha permesso di offrire un luogo accogliente alle vittime anche nel difficile momento della denuncia. La donazione per il centro è il risultato della raccolta fondi legata agli eventi organizzati dal club, tra cui il torneo solidale di Golf, in collaborazione con la Federazione Golf San Marino e il torneo di burraco, con l’associazione San Marino Burraco.

"Anche in questa occasione istituzioni, rete antiviolenza e mondo dell’associazionismo e del volontariato si sono uniti per azioni concrete, iniziative di sensibilizzazione e informazione con l’obiettivo di realizzare spazi e servizi di protezione, affinché le donne non si sentano mai sole e possano reagire per uscire dalla violenza".