Quotidiano Nazionale logo
24 apr 2022

C’è Tassinari nel ‘motore’ Rbr con fiducia ad Ancona

I biancorossi difendono il loro primato al PalaRossini contro l’unica avversaria che li ha battuti al Flaminio: il play, in forse per un problema alla schiena, ci sarà

Masciadri no – e si sapeva –, Tassinari (foto a sinistra) sì. Al PalaRossini di Ancona, nel delicato match con la Stamura, la Rinascita sarà costretta a fare a meno solo dell’ala forte, che sta recuperando dall’intervento al ginocchio. Il play era in forse per un problema alla schiena, ma è proprio il diretto interessato a fare chiarezza sulle sue condizioni. "Va bene, anche se questa mattina (ieri per chi legge, ndr) mi sono allenato a parte. Insomma, mi sento di poter giocare ad Ancona", vuole esserci ‘Tasso’, un agonista che si esalta nelle sfide più difficili. E quella odierna sicuramente lo è, al di là di quel che racconta la graduatoria (21-5 il record della capolista Rbr, 18-9 quello dei dorici, che sono quinti e pertanto comodamente dentro i playoff). C’è poi quel ricordo ancora ben presente nella testa dei giocatori, quel -16 casalingo con appena 46 punti raccattati. Un motivo in più, crediamo, per scendere in campo a muso duro, anche se in questo momento, più delle ‘vendette’, è importante custodire quel primo posto a lungo inseguito.

"Il match conta soprattutto per questo, per la classifica – sostiene il coach Mattia Ferrari (foto a destra) –. I marchigiani vanno rispettati per quello che sono, cioè una squadra tattica, molto allenata, con idee chiare: una formazione capace di ‘sporcarti’ il gioco, di farti giocare una pallacanestro diversa. Poi i playoff sono sempre più vicini e questa è un’importante tappa di avvicinamento alla post season. Noi non ci nascondiamo, abbiamo ambizioni", aggiunge il tecnico, con la Rinascita che è padrona del suo destino, anzi ha addirittura un bonus ancora da spendere, cioè può permettersi di lasciare per strada uno dei rimanenti quattro incontri senza perdere la leadership. "È quello che deve essere per una squadra del nostro livello, sappiamo dall’estate scorsa che dobbiamo lottare per il vertice – è pronto Ferrari –. Il calendario non è comunque morbido: ci aspettano due scontri diretti con Ancona e Npc Rieti, una trasferta complicata a Cesena e poi la Luiss Roma. Dobbiamo andare una partita alla volta".

Comparando le cifre, Rimini segna di più (78.5 punti contro 70.7) ma subisce anche di più (67.8 pt contro 64.4): l’Rbr tira meglio da due (53% contro 50%), da tre (35% contro 31%) e ai liberi (77% contro 70%), così come piglia più rimbalzi (41.9 contro 39.1). Al PalaRossini palla a due alle 18, fischiano Luchi e Cassina.

alb. cresc.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?