Rbr, il girone d’andata è da incubo. Terzo peggior attacco e ultimo posto

Domenica al ’Flaminio’ arriva Piacenza e riparte il ciclo di partite: la Rinascita deve aggiustare la mira

Rbr, il girone d’andata è da incubo. Terzo peggior attacco e ultimo posto

Rbr, il girone d’andata è da incubo. Terzo peggior attacco e ultimo posto

Riviera Banca guarda alla sfida di domenica con Piacenza con l’ottimismo dei giorni migliori, ma non deve sottovalutare alcuni segnali che vengono dai numeri. Il girone di andata si è chiuso con un ultimo posto da 2 vinte e 9 perse, ma quello che va sottolineato è la difficoltà della squadra in alcuni particolari settori tecnici. Anche perché non pare imminente l’arrivo di giocatori dal mercato e con l’Assigeco a battagliare saranno i soliti nove, compreso un Johnson recuperato.

L’attacco, il punto di forza teorico di Rbr, viaggia su 73.8 punti segnati, il terzo peggior dato del girone rosso. Rimini, com’era presumibile, tira molto da tre (è la quarta per tentativi), ma infila la retina col 32%, il quarto peggior dato. Strano pure che una squadra certamente con buone mani tiri i liberi col 72%, così come è curioso che a livello di assistenze il dato dell’andata parli di un penultimo posto con 12.2 assist ogni 40 minuti.

Un po’ a sorpresa, Rbr è quinta nel singolo dato statistico di rimbalzi totali con 37.6. Pur con il ko di diverse settimane di Masciadri e quello recente di Johnson. Attenzione però a non confondere la tenuta a rimbalzo, ottima contro quasi tutti grazie anche all’eccellente contributo di Anumba, alla presenza e all’intimidazione contro le folate avversarie. E la difesa? Rbr non è ancora riuscita a trovare la chiave giusta e si presenta ai nastri di partenza del ritorno col terzo peggior dato a livello di punti subiti (78.4).

A livello di singoli il giocatore più controverso rimane Marks, ma stiamo pur sempre parlando di uno che ne infila 18.4 a serata. Con una percentuale da tre migliorabile, è vero (33%), con le sue movenze soft e non elettriche, magari anche con alcuni finali di gara rivedibili. Ma non è lui a dover salire per primo sul banco degli imputati in questo momento. Detto di un Justin Johnson che al massimo della forma è al top della categoria, va registrata la stagione fin qui in saliscendi degli altri nuovi acquisti. Deludente Simioni (7.5+4.8 rimbalzi), che cerca conferme dopo la prova molto positiva di Udine, mentre va a sprazzi Alessandro Grande (8.1+2.5 assist). In doppia cifra Giovanni Tomassini (10.7), uno che segna canestri complicati e che è bravissimo a rimediare falli per andare in lunetta, da dove tira col 91% (3235). Al momento le percentuali dal campo non sono stratosferiche. Capitan Masciadri è stato fuori un po’ per l’infortunio patito con la Fortitudo e deve crescere. Con un Anumba tutto sommato più che sufficiente, Rbr deve avere un contributo maggiore anche da Tassinari e soprattutto Scarponi. Ma è la squadra di coach Dell’Agnello che, nel complesso, deve salire di livello.

Stasera comincia il girone di ritorno con Verona – Cividale, mentre domani sarà la volta di Forlì – Cento (il nuovo arrivo Wendell Mitchell è già infortunato) e Udine – Nardò. Domenica, infine, Orzinuovi – Trieste, Chiusi – Fortitudo e Riviera Banca – Piacenza.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su