Rbr si riscopre macchina da punti: "Il segreto? Siamo tutti coinvolti"

Tomassini elogia i progressi dei biancorossi: "Ma se andremo avanti capiteranno partite più complicate"

Rbr si riscopre macchina da punti: "Il segreto? Siamo tutti coinvolti"

Rbr si riscopre macchina da punti: "Il segreto? Siamo tutti coinvolti"

Con un attacco da 93 punti e una panchina che arriva a 44, difficile competere con questa Rbr. La vena e l’impatto di chi entra a gara in corso sono decisivi nel mantenimento di un livello eccellente di gioco, ma spesso permettono alla squadra addirittura di cambiare marcia. È successo anche con la Novipiù Casale Monferrato, che di rotazione invece ne aveva davvero poca. Riviera Banca, con i 25 di Grande e i 19 di Tomassini, ha sparigliato le carte ed è andata in fuga.

"Bella partita con la Novipiù – commenta Tomassini –, abbiamo ritrovato il nostro attacco dopo Cremona. Qualche difficoltà in più in difesa, ma bene o male siamo sempre stati in controllo e quindi siamo soddisfatti. Il momento aiuta e il fatto di vincerne cinque di fila, e undici delle ultime tredici, ci dà entusiasmo. Stiamo cercando di passarci parecchio la palla, di aprire bene il campo e di avere le giuste spaziature: quando si riesce a ottenere tutto questo insieme, in campo poi si vede. Magari ce ne saranno altre di prove complicate in attacco, anche perché se andremo avanti come speriamo il livello poi si alzerà, ma in quei casi è importante tenere duro su altri fronti. Vale a dire, ad esempio, a rimbalzo e nelle piccole cose".

Tomassini è arrivato in estate come guardia tiratrice, con i compiti di regia lasciati a Grande e Tassinari. Nella gestione Dell’Agnello le responsabilità del playmaking sono cambiate, con "Tasso" titolare, Grande in panchina e "Tom" a gestire la palla spesso e volentieri. "Nell’arco della stessa partita giocare da play e da guardia non è semplice – sottolinea l’ex Cento –. Cambiano le spaziature e la lettura personale di quel che c’è da fare. In ogni caso è quel che ho fatto per tutta la carriera, all’inizio giocavo più da play e poi da guardia. Non è facile individuare la dimensione giusta all’interno della partita, ma con Ale Grande ci stiamo trovando. Lui è un ottimo tiratore e finalizzatore, io cerco di vedere e gestire l’azione per come si sviluppa. Quando c’è Tasso, invece, lui porta palla e io sono finalizzatore. In entrambi i casi le cose stanno andando bene. È una situazione che il coach ha capito e studiato, me l’ha chiesta e ci sta dando tante soluzioni aggiuntive".

Lunedì prossimo Rbr sarà a Torino per l’ennesima partita importante dell’ultimo mese. "Squadra tosta che ha grande fisicità e atletismo – chiude Tomassini –. Giocano bene e difendono al meglio. È una delle migliori, per quel che ha fatto l’anno scorso e sta facendo anche quest’anno. Dovremo fare bene tutto per portare a casa la vittoria".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su