Ancona batte Berlino. Erasmus, evento mondiale. Ad Ancona 1200 studenti

Dal 3 al 7 aprile del prossimo anno provenienti da 44 paesi; incontri, workshop e opportunità di lavoro e studio. Il grande lavoro di Comune e Politecnica .

Ancona batte Berlino. Erasmus, evento mondiale. Ad Ancona 1200 studenti

Il sindaco, Il Rettore, l’assessore Battino e i ragazzi della Politecnica

Ancona batte Berlino, è la vittoria di Golia contro il gigante tedesco, quella che porterà in città dal 3 al 7 aprile del prossimo anno l’Erasmus Generation Meeting: milleduecento studenti da 44 diversi Paesi che giungeranno nel capoluogo con uno scopo formativo, ma anche per scoprire Ancona e dintorni. Cinque giorni di incontri, di workshop, di promozione delle attività di tirocinio, della mobilità, delle opportunità di lavoro e studio.

E’ il più grande evento della Generazione Erasmus, totalmente organizzato da giovani volontari di Esn, Erasmus Student Network, con il supporto delle istituzioni e di altri partner, con l’obiettivo di riunire studenti da tutta Europa e promuovere i valori associativi, l’apprendimento e il network. Ancona lo ospiterà un po’ ovunque, ma soprattutto all’università Politecnica delle Marche, nello specifico nella facoltà di economia, e poi al PalaCasali e al Teatro delle Muse. Costerà complessivamente circa 400mila euro, di cui 60mila già pronti dall’università Politecnica delle Marche, gli altri provenienti da investitori pubblici e privati, ma anche dai partecipanti, che pagheranno 140 euro ciascuno per l’iscrizione all’evento. Il nucleo dell’Erasmus Generation Meeting, in precedenza ospitato da Porto, Bucarest e Siviglia, si svolgerà alla facoltà di economia, dove sarà organizzato anche l’Egm Expo con oltre cento tavoli per permettere alle istituzioni, alle organizzazioni e alle aziende di interagire con la Generazione Erasmus, e agli studenti di conoscere meglio le opportunità di studio e tirocinio all’estero. Un evento di livello internazionale in cui, grazie alla tenacia e alla capacità dimostrata da Ava Ghasemi e Giuseppe Masotano, a capo del comitato organizzatore, e Gerlando Sciabica, presidente uscente di Esn Italia, Ancona ha potuto superare la concorrenza di una capitale europea come Berlino. L’evento è stato presentato ieri mattina in Comune, con il sindaco Daniele Silvetti, l’assessore comunale Marco Battino, il magnifico rettore della Politecnica delle Marche, Gian Luca Gregori, e l’assessore regionale Chiara Biondi, collegata in remoto. Presenti, naturalmente anche gli organizzatori, così come il ministro Anna Maria Bernini che ha inviato una lettera letta dal sindaco. "Questa è l’inversione di tendenza che molti aspettavano – ha dichiarato il sindaco Daniele Silvetti –, una città che guarda al mondo giovanile e universitario, che si vuole cimentare in queste sfide e che vuole trovare i contenuti necessari per mostrare quanto Ancona possa dare in termine di inclusione e di scambio". "Per le nostre università – ha aggiunto il magnifico rettore Gian Luca Gregori – la sfida di oggi è quella di realizzare una strategia di attrattività internazionale, e una manifestazione del genere va esattamente in questa direzione".

Giuseppe Poli