Anziana truffata a casa. Raggiro da mille euro

Truffa dei finti carabinieri. Prima la telefonata poi la visita. "Siamo carabinieri, deve aiutare. suo nipote che è nei guai".

Anziana truffata a casa. Raggiro da mille euro
Anziana truffata a casa. Raggiro da mille euro

‘Suo nipote ha avuto un incidente, servono i soldi per pagare l’avvocato’. Una telefonata, così è partita la truffa che ha visto protagonista un’anziana residente nel centro storico di Montemarciano: la donna, convinta che al telefono ci fosse un carabiniere, si è subito organizzata per rimediare circa mille euro, soldi che sarebbero serviti subito per evitare che il suo adorato nipote finisse nei guai. Secondo il sedicente carabiniere, sarebbe stato il giovane a causare l’incidente e i soldi sarebbero stati necessari per saldare la parcella dell’avvocato. L’uomo l’ha anche avvisata che a breve un suo collega avrebbe bussato alla sua porta per ritirare il denaro, circa mille euro che la donna poco dopo ha consegnato ad uno sconosciuto, senza preoccuparsi di chiedere informazioni. A rassicurarla, era stato il finto carabiniere che aveva avvisato la donna che, per evitare di farla recare in caserma, sarebbe arrivato un suo collega a ritirare i soldi. Una truffa organizzata nei minimi particolari, come sempre accade per truffe simili che sono sempre più diffuse. La donna si è subito precipitata a raccontare quanto accadutole ai familiari ed ha capito di essere finita nella rete dei truffatori. Immediata la corsa in caserma, ma questa volta per sporgere denuncia. Quella dell’incidente è una truffa consolidata, mentre nelle ultime settimane, sia sulla spiaggia di velluto che nell’hinterland sono diverse le persone che sono cadute in truffe on line, anche queste sempre più diffuse, soprattutto dopo la pandemia. Nei giorni scorsi, due senigalliesi avevano acquistato un trattore su un portale on line e, dopo aver versato la caparra pattuita, hanno cercato di ricontattare il venditore che si è reso irreperibile. Immediata la denuncia alla polizia che è riuscita, tramite i dati bancari, a risalire al responsabile e denunciarlo per truffa.