"Arte e biennale, buona la prima". Intrecci tra filosofia e installazioni

Appuntamento per sabato alla pinacoteca Bruno Molajoli. Poi, visite guidate e talk. Ospite la giornalista Paraventi.

"Arte e biennale, buona la prima". Intrecci tra filosofia e installazioni
"Arte e biennale, buona la prima". Intrecci tra filosofia e installazioni

Appuntamento sabato (ore 16:30) alla pinacoteca Bruno Molajoli per il finissage di Fabriano Contemporanea, #1Intrecci, la prima biennale di Arte Contemporanea, organizzata dal Comune di Fabriano Città Creativa Unesco, con il sostegno della Regione Marche - Assessorato alla Cultura. L’evento si aprirà con un talk tra la giornalista d’arte Marta Paraventi e la direttrice artistica Chiara Zampetti Egidi in cui saranno affrontati temi legati alla filosofia della biennale d’arte, alle mostre e alle installazioni esposte nonché al futuro di iniziative di questa tipologia. A seguire, ci sarà una visita guidata che ripercorrerà tutta la biennale e i suoi luoghi in compagnia della direttrice artistica. Fabriano Contemporanea è stata ideata e diretta da Chiara Zampetti Egidi, con la collaborazione di Matteo Boetti e di Anne-Sophie Dinant e ha visto installazioni nei luoghi più significativi del centro, mostre, performances, residenze d’artista oltre a laboratori.

Sabato è anche il giorno di chiusura della biennale, dall’8 settembre 2023 ad oggi ha accolto migliaia di visitatori locali e stranieri che hanno con curiosità e interesse apprezzato le installazioni e le mostre in corso. "Fabriano Contemporanea – rimarca l’assessore Maura Nataloni - è stata la prima edizione di Intrecci, un evento che ha celebrato l’arte contemporanea nel cuore della città di Fabriano e all’interno dell’austero Palazzo del Podestà (XIII sec.), considerato tra i più importanti monumenti italiani della stagione dei governi di Popolo. Passato e futuro si sono fusi in un abbraccio creativo a partire dalle radici culturali della città".