Aveva rubato profumi e cosmetici, dopo Jesi foglio di via anche da Fabriano

Per tre anni una 25enne rumena non potrà tornare nella città della carta coem disposto dal questore Capocaùsa. Aveva commesso furti analoghi commessi alla fine dello scorso anno in diversi negozi della provincia

In azione la polizia

In azione la polizia

Fabriano (Ancona), 8 gennaio 2024 - Aveva rubato cosmetici e prodotti per la persona in alcuni negozi della provincia: il questore ha disposto il foglio di via per una 25enne rumena. Personale del commissariato di Fabriano ha identificato la donna quale presunta responsabile di un furto avvenuto sul finire dello scorso anno in un negozio della città della carta. La giovane donna, originaria della Romania, ma da tempo presente in Italia, non aveva titolo a stare a Fabriano ed era già stata sottoposta a foglio di via dal comune di Jesi per essersi resa responsabile di fatti analoghi, anche in quel Comune, in concorso con altri connazionali, lo scorso mese di novembre, dopo un arresto in flagranza di reato. A Fabriano, atra gli scaffali di un supermercato aveva trafugato oltre 500 euro tra profumi e cosmetici, una decina di noti marchi, staccando le bande anti-taccheggio. Gli agenti della Polizia scientifica sono riusciti a estrapolare dei fotogrammi dai video delle telecamere, immagini nelle quali era immortalata la giovane donna. Per tali motivi personale dell’ufficio misure di prevenzione della polizia anticrimine, valutata la posizione della 25enne ha istruito nei confronti della stessa, residente fuori regione, senza occupazione lavorativa in Ancona e già colpita da analoga misura per altro Comune marchigiano emesso dal questore di Ancona, il procedimento volto ad emettere in via d’urgenza la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio da Fabriano. Non potrà rimettervi piede per tre anni, trattandosi di un soggetto pericoloso per l’ordine e la sicurezza pubblica, che non ha alcun legittimo motivo né lavorativo, né familiare per trattenersi nel fabrianese. Con l’emissione del foglio di via obbligatorio il questore ha ordinato alla donna i allontanarsi dal Comune e l’ha diffidata dal farvi ritorno senza preventiva autorizzazione dell’autorità di pubblica sicurezza, per un periodo di tre anni, con l’avvertimento che, in caso di contravvenzione, sarà denunciata. “La Polizia di Stato, insieme a tutte le forze di polizia operanti sul nostro territorio – commenta il questore Cesare Capocasa - mette in campo, quotidianamente, ogni strumento disponibile per raggiungere l’obiettivo di garantire la sicurezza dei cittadini attraverso la prevenzione dei reati, intensificando l’attività di controllo del territorio e adottando misure che incidono sulla libertà personale di soggetti considerati in base alle previsioni normative, pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica”.