Baldassini all’attacco:: "Lavori con errori"

Il consigliere critica l’intervento in via Fra’. Dante Bucarini: "Marciapiedi. ‘vietati’ alle carrozzine".

Baldassini all’attacco:: "Lavori con errori"

I lavori in via Fra’ Dante Bucarini criticati dal consigliere Baldassini che chiama in causa gli assessori Cipolletti e Barchiesi

"Assessori Cipolletti e Barchiesi non pervenuti per il piano Peba: terminati i lavori del muro e del marciapiede nella salita dei Frati". A denunciare la situazione è il capogruppo delle liste Vola, Ancora e Riformisti per Falconara Marco Baldassini che, in occasione di un sopralluogo nei pressi del cantiere allestito nelle scorse settimane in via Fra’ Dante Bucarini, avrebbe riscontrato alcune criticità e, dunque, non ha difettato nel puntare il dito sugli assessori a Decoro e Lavori pubblici (rispettivamente, Romolo Cipolletti e Valentina Barchiesi, ndr) rei di "non aver fatto prevedere l’intervento necessario per l’abbattimento delle barriere architettoniche".

Secondo il consigliere di opposizione, "ogni anno vengono stanziati a bilancio 150mila euro per il Peba", appunto il piano di eliminazione delle barriere architettoniche. "Perché – si domanda Baldassini – il marciapiede è stato rifatto sempre con i gradini? E perché non sono state utilizzate quelle risorse?", lamenta. Per lui si tratta "dell’ennesima dimostrazione dell’assenza di vigilanza sui lavori" e che ogni intervento "che viene appaltato, non viene controllato o pianificato come si dovrebbe". Baldassini conclude con una stoccata: "Nel 2019 ci fu la passeggiata degli assessori Barchiesi e Al Diry (allora vice sindaco) con i disabili in carrozzina: questa è l’attenzione che la politica falconarese riserva a loro?".

Nell’ultima settimana di marzo, si ricorderà, era stato ripristinato il doppio senso di marcia in via Fra’ Dante Bucarini, dove si stava intervenendo anche per rifare la mura di contenimento dei giardini Papa Giovanni XXIII. "La struttura muraria è stata già realizzata e a breve verranno applicate le pietre esterne, per uniformare il nuovo tratto di muro con quello già esistente", aveva fatto sapere il Comune.