Bivacco e sporcizia alle Russo: "Fate qualcosa"

Immondizia lasciata a terra, cartacce e residui di bravate. Il sindaco: "Educare i cittadini al rispetto dell’ambiente è il nostro obiettivo"

Bivacco e sporcizia alle Russo: "Fate qualcosa"
Bivacco e sporcizia alle Russo: "Fate qualcosa"

Immondizia lasciata a terra, cartacce e bottiglie residui di bravate da adolescenti e anche un bivacco, probabilmente abbandonato da un clochard dopo una lunga sosta. La preoccupazione di residenti e mamme è alta ad esempio per la zona della scuola ’Marta Russo’ di Osimo, fatto già segnalato al Comune. "Siamo preoccupati anche perché quello è un posto di ritrovo sia per bambini che per adulti – dice una giovane residente - Mi rivolgo alle persone con i cani, raccogliete i loro escrementi. Ai genitori chiediamo di educare i propri figli almeno a buttare le cartacce nei cestini presenti". Un altro aggiunge: "Abbiamo fatto questa richiesta innumerevoli volte ma la gente sembra non capire. Mesi fa, quando c’è stato un incontro con il sindaco e i residenti della zona, gli avevamo chiesto di intervenire perché il problema non è solo la maleducazione di chi non raccoglie le feci dei propri cani ma anche i mozziconi di sigaretta e i tanti rifiuti lasciati dai ragazzi delle scuole superiori che usano il parco giochi come sala da pranzo o punto di ritrovo alla sera. Non è stato fatto nulla però". Il primo cittadino, Simone Pugnaloni risponde: "Educare gli osimani al rispetto dell’ambiente è uno dei nostri obiettivi. Se il danno perpetua è giusto punire chi non si prende cura dell’ambiente, se siamo di fronte invece a un fatto sporadico di una persona senzatetto va incontrata per spiegargli che non può vivere lì. I controlli su tutto il territorio comunque sono sempre attivi e chi non rispetta le regole viene sanzionato".

Centro storico e periferie, un territorio molto esteso quello osimano con zone maggiormente attenzionate dalle forze dell’ordine che ogni weekend stanano assembramenti di giovani che bivaccano appunto nei parchetti e non solo. Nel contempo, alcuni cittadini hanno talmente a cuore il decoro pubblico che si sono mossi da soli: a Osimo Stazione alcuni si sono preoccupati anche dell’incolumità dei pedoni, costretti a scendere per poi risalire 50 metri dopo aver camminato sulla carreggiata, mentre altri hanno pulito il marciapiede dalle erbacce e non solo lungo la statale 16 a ridosso della ferrovia. Non solo attenzione al verde pubblico, mamme e papà chiedono anche il ripristino dei giochi rotti in alcuni parchi cittadini, tra cui quello di San Biagio.

Silvia Santini