Caccia ai fondi per le kermesse. Gli sponsor non aprono il portafoglio: per la festa in maschera 200 euro

La giunta comunale punta a creare il suo braccio operativo per la gestione: "Ancona Servizi ed Eventi". Per "UlisseFest" la nuova partecipata pronta a raccogliere almeno la metà dell’investimento previsto.

Caccia ai fondi per le kermesse. Gli sponsor non aprono il portafoglio: per la festa in maschera 200 euro
Caccia ai fondi per le kermesse. Gli sponsor non aprono il portafoglio: per la festa in maschera 200 euro

Si chiamerà ‘Ancona Servizi ed Eventi’ la nuova multiutility partecipata del Comune al 100%. Alla parola ‘servizi’ la giunta Silvetti ha voluto aggiungere una connotazione chiara e identificativa di quella che vuole essere l’impronta del futuro.

Puntare sempre di più sugli eventi, dal pacchetto Natale alla Festa del Mare passando per il Carnevale, la Notte Bianca, il cartellone estivo e, dal 2025, anche della Fiera di San Ciriaco (l’edizione del 2024 sarà gestita dalla società Blu Nautilus a scadenza di contratto).

Un percorso, il passaggio del nome e delle funzioni, molto rapido. La giunta ha fretta di mettersi al lavoro: "Voglio accelerare – spiega il sindaco Daniele Silvetti –, entro febbraio, al massimo nella prima metà di marzo, vorrei portare il provvedimento in consiglio per l’approvazione".

La giunta sarà la mente politica del progetto e ha individuato l’ormai ex Mobilità&Parcheggi nel braccio e soprattutto nella cassa.

Toccherà alla partecipata occuparsi della parte finanziaria, tra cui reperire le sponsorizzazioni esterne dei privati per coprire quanto più possibile i budget. Nella prima edizione del Natale griffato centrodestra le cose sotto questo profilo non sono andate benissimo, appena 65mila euro ricevuti dagli sponsor, meno del 10% del totale investito, ma si partiva praticamente da zero.

Giunta e M&P sperano di potenziare le entrate esterne per coprire i 350mila euro necessari per la tre giorni dell’UlisseFest, il festival del viaggio di Lonely Planet (5-7 luglio prossimi); il direttore generale Giorgio Luzi al Carlino ha confidato di garantire una copertura di oltre il 50% della spesa e ciò che resterà fuori verrà coperto dai dividendi della partecipata.

Sponsor abbastanza timidi per ora stando a quanto raccolto per il primo Carnevale del centrodestra, in programma domenica 11 febbraio. Stando a un documento ufficiale al momento due società esterne, la Criluma (uno dei main sponsor dell’evento) e la Padel Ancona avrebbero garantito altrettante sponsorizzazioni tecniche rispettivamente per 165 e 75 euro, abbastanza poco per ora.

Siamo ancora nella fase del cosiddetto ‘work in progress’, per cambiare lo scenario servirà tempo e un nuovo approccio culturale anche del settore imprenditoriale, ma intanto il segnale è chiaro. Se una parte della giunta esulta per questa linea strategica, altri sono meno contenti, pensiamo agli assessori Tombolini e Caucci, lavori pubblici/manutenzioni e servizi sociali, per ora sacrificati. Berardinelli (Decoro, verde, turismo e sport) sorride per la parte ‘turismo’, meno per le altre deleghe. Diverso il discorso per la cultura della Bertini, un assessorato sempre più destinato a entrare nell’alveo dei ‘Grandi Eventi’ di Eliantonio.

p. cu.