Cala ancora la natalità: settanta in meno del 2019

Sono 279 quelli del 2020 contro i 349 dell’anno prima: "Andamento molto grave"

Migration

Paola Andreoni vicesindaco e assessore ai Servizi sociali del comune di Osimo: «Segue il trend nazionale, ma la situazione è un campanello d’allarme»

Sono 279 i nati iscritti all’anagrafe comunale di Osimo nel 2020, 146 maschi e 133 femmine. Un dato in calo rispetto al 2019, quando i nati sono stati 349, già in numero inferiore rispetto ai tempi più "gloriosi" del passato.

"Un dato che segna l’andamento di grave decremento delle nascite che ormai da più di dieci anni caratterizza non solo il nostro territorio ma il panorama demografico nazionale – commenta il vicesindaco Paola Andreoni -. Un minimo storico anche per il nostro Comune che suona come un campanello di allarme per tutto ciò che ne consegue riguardo ai servizi, alla scuola, alla gestione delle politiche sociali. La politica, la cattiva politica, quella irresponsabile, impegnata a distruggere e non orientata a pensare al futuro, sembra non dare peso a questo trend negativo e al quadro che ne deriva: quello di un Paese senza futuro".

Sull’assessorato ai Servizi sociali che detiene, Andreoni ha poi aggiunto: "Con l’inizio del 2021 sono tante le iniziative in campo con i servizi sociali, con le quali cerchiamo con soddisfazione di dare risposte veramente a tutti coloro che in questo momento hanno bisogno, dimostrazione che l’amministrazione è presente e sta al loro fianco".

si. sa.