Christian Giorgini, foto Effimera
Christian Giorgini, foto Effimera

Senigallia, 27 dicembre 2016 - Senigallia sotto choc per la morte di Christian Giorgini. Il 41enne notissimo barman si è suicidato ieri sera gettandosi dal tetto della sua abitazione. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato poco dopo le 18 di ieri da alcuni familiari. Sul posto i carabinieri. In casa è stato trovato un biglietto che rafforza l’ipotesi del gesto volontario, ma che non spiegherebbe appieno i motivi. Christian ha scelto di farla finita in un giorno di festa, ha scelto di suicidarsi nella sua casa di Strada della Bruciata dove viveva solo.

Quella dove Christian amava rifugiarsi per trovare un po’ di tranquillità, per ricaricare le batterie prima di tornare al lavoro. Ad insospettire colleghi e conoscenti, la mancata apertura de 'Il Mille Luci', il locale che aveva inaugurato otto mesi fa in via Carducci. Ogni giorno arrivava poco dopo le 16, entrava nel locale e preparava gli stuzzichini da offrire ai suoi clienti con l’aperitivo, ma ieri, alle 18 le serrande de 'Il Mille Luci' erano ancora abbassate e fuori, una delle sue dipendenti che cercava invano di contattarlo. 

La notizia della sua morte si è sparsa in città attorno alle 21, ma gli amici più cari, appena informati dell’accaduto, si sono subito recati a casa di Christian per confortare i familiari. Increduli anche i colleghi degli esercizi vicini che con il 41enne condividevano ogni giorno la quotidianità. La notte di Natale era rimasto fino alle tre del mattino a parlare nel suo locale con gli amici più cari, gli stessi che da ieri si chiedono cosa possa averlo spinto a compiere un gesto simile.