"Concerto di Carnevale" alla Fenice

Sul palco del teatro l’Orchestra filarmonica marchigiana all’interno della rassegna "Senigallia Concerti"

"Concerto di Carnevale" alla Fenice
"Concerto di Carnevale" alla Fenice

"Concerto di Carnevale" questo pomeriggio (ore 18) al Teatro La Fenice di Senigallia. Grande protagonista sarà la Form - Orchestra Filarmonica Marchigiana, che proporrà "Il giro del mondo in un concerto": un’iniziativa che saprà coinvolgere sia il pubblico più affezionato della rassegna sia i giovani e le famiglie.

La Filarmonica, composta dai migliori musicisti delle Marche, con i suoi innumerevoli colori strumentali accompagnerà il pubblico in un viaggio fantastico attraverso i secoli e i continenti, proponendo un programma che esprime gioia e vitalità. Un occasione unica per ascoltare una ricca selezione di melodie straordinarie che traggono ispirazione dal repertorio tradizionale di ben quindici Paesi di tutto il mondo, o che sono ispirate a forme espressive e temi tipici di varie nazioni.

Ecco così’ il Rondò "Alla turca", dalla Sonata per pianoforte in la magg. K. 333 di Mozart, la Danza ungherese n. 5 in fa diesis min di Johannes Brahms, il Pizzicato Polka Op. 449 Johann Strauss (jr.), dedicato naturalmente all’Austria, o i due brani tratti dallo ‘Schiaccianoci’, suite dal balletto Op. 71adi Pëtr Il’ic Cajkovskij: la Danza russa (trepak) e la Danza cinese, entrambe proposte con arrangiamento per piccola orchestra. Due i brani appartenenti al repertorio di Georg Friedrich Händel: la Sarabanda tratta dalla Suite in Re minore HWV 437, in rappresentanza della Germania, e Alla Hornpipe, tratta dalla celebre ‘Wassermusik’ (‘Musica sull’acqua’) Suite per orchestra n. 2 in re magg., HWV 349, che porterà idealmente il pubblico in Inghilterra, il paese di ‘adozione’ del grande compositore tedesco.

Il Nord Europa ha invece come ‘simboli’ il famoso Valse triste, Op. 44 n. 1 di Jean Sibelius e ‘Nell’antro del Re della montagna’ dal Peer Gynt, suite n. 1, op. 46 di Edvard Grieg. Per l’Italia ci sono ‘La Danza’ (Tarantella) di Gioacchino Rossini e il Saltarello tratto dalla Sinfonia n. 4 in la magg., Op. 90, "Italiana" di Felix Mendelssohn-Bartholdy. Ma il viaggio porterà anche in Paesi di solito poco associati alla musica classica, come il Brasile (Variazioni su un tema popolare brasiliano) e l’Argentina (‘La Cumparsita’ di Gerardo Matos Rodríguez). Spazio anche agli Stati Uniti d’America con ‘Stoptime rag’ di Scott Joplin.

La rassegna "Senigallia Concerti" è organizzata dal Comune e dall’Associazione Culturale LeMuse, con la direzione artistica di Federico Mondelci. Info www.fenicesenigallia.it e www.marchefestival.net. Biglietti (posto unico) in vendita anche su VivaTicket.