"Cronisti in classe" al via. Studenti-giornalisti sul campo per dare il loro punto di vista

Da Ancona a Senigallia e poi Jesi e Osimo, sono tante le scuole che partecipano alla nuova edizione. Si inizia il 6 febbraio per andare avanti fino a maggio: ogni settimana due pagine scritte da loro.

"Cronisti in classe" al via. Studenti-giornalisti sul campo per dare il loro punto di vista
"Cronisti in classe" al via. Studenti-giornalisti sul campo per dare il loro punto di vista

I ‘piccoli giornalisti’ tornano al lavoro. Sta per iniziare l’edizione 2024 di ‘Cronisti in classe’, l’iniziativa del Resto del Carlino che ogni anno vede impegnati gli studenti delle scuole medie ed elementari in un vero e proprio ‘campionato’ di giornalismo. La prima pagina della nuova edizione uscirà mercoledì prossimo. Sarà la prima di una lunga serie che si concluderà a maggio, con la proclamazione della scuola vincitrice e delle altre due che saliranno sul podio. Anche quest’anno è l’intera provincia anconetana ad essere rappresentata. C’è naturalmente il capoluogo, con le scuole Conero e le Pinocchio, c’è la vicina Osimo, con le Leopardi Borgo e le Giovanni Paolo II di Osimo Stazione, c’è Senigallia con le Fagnani e Santa Maria Nuova con la sua scuola primaria. L’iniziativa come sempre ha dei partner che la sostengono, ovvero la Camera di Commercio delle Marche, la Confartigianato, Api Raffineria e Sì con te supermercati. Il meccanismo dei campionati è quello ormai consolidato da lungo tempo.

Per due volte alla settimana sul Resto del Carlino sarà pubblicata la pagina di una delle scuole partecipanti ai campionati. Gli articoli sono scritti dai ragazzi, che avranno così l’opportunità di veder pubblicati i propri ‘pezzi’ su un giornale letto da migliaia di persone. Naturalmente ‘Cronisti in classe’ non ha una finalità strettamente competitiva. Come si ricordava, ci sarà un podio con i tre vincitori, ma l’obiettivo dell’iniziativa è spingere i ragazzi a diventare osservatori critici della realtà, dandogli la possibilità di sperimentare un lavoro affascinante, che per qualcuno di loro potrebbe anche diventare una professione nel futuro. Gli studenti potranno scegliere a piacimento i temi dei loro articoli.

Un motivo in più per partecipare con piacere. La lettura degli articoli ogni anno sorprende per la capacità dei giovanissimi di cogliere aspetti della realtà molto attuali e discussi, molto spesso aventi a che fare con questioni strettamente legate all’adolescenza.

Negli ultimi anni, come era facile attendersi, molto spazio hanno avuto i problemi connessi con l’uso delle nuove tecnologie e con i social network. Ma non di rado gli articoli sono frutto di ‘ricerche sul campo’, quando non di vere e proprie inchieste svolte sul territorio di pertinenza della scuola. A tutti i ragazzi in bocca al lupo. E come sempre vinca il migliore.