Filotto contro un’auto in sosta. Lui fugge ma le ’cam’ lo incastrano

Era accaduto lo scorso 15 gennaio. Danneggiò una Punto in via Verdi. I vigli incrociano le targhe . e lo multano: è un barese. .

Filotto contro un’auto in sosta. Lui fugge ma le ’cam’ lo incastrano
Filotto contro un’auto in sosta. Lui fugge ma le ’cam’ lo incastrano

Ha danneggiato un’auto e si è allontanato, forse convinto di farla franca. Non ci è riuscito, però, perché le spycam in dote alla polizia locale falconarese l’hanno inchiodato e, all’esito di un’accurata indagine, hanno consentito agli agenti di risalire all’identità del conducente del furgone.

L’episodio si era verificato nel primo pomeriggio di lunedì 15 gennaio, in via Verdi, in pieno centro città: nei giorni scorsi, l’autore del sinistro è stato invece sanzionato dal personale del Comando falconarese.

Gli uomini guidati dal comandante Luciano Loccioni, infatti, hanno analizzato i filmati e hanno incrociato alcune parti di carrozzeria, risalendo sia al proprietario del mezzo che al conducente, entrambi residenti in provincia di Bari.

A chiedere l’intervento della polizia locale era stata la proprietaria dell’auto danneggiata, una Fiat Punto regolarmente parcheggiata in via Verdi.

Sulla strada era rimasta addirittura la pedana del furgone, quella per salire dal lato passeggero. Gli agenti hanno prima chiesto informazioni tra i commercianti di via Verdi, che però in quell’orario erano chiusi.

Hanno quindi esaminato le immagini della telecamera posizionata in fondo alla strada e hanno scoperto che nella fascia oraria incriminata sono transitati solo quattro furgoni, di cui due della nettezza urbana.

Hanno subito controllato quelli intestati a Marche Multiservizi, che però non mostravano danni compatibili con l’incidente.

Dunque l’attenzione si è spostata sul furgone che poi è risultato intestato al barese: con le spycam posizionate anche in altre zone cittadine ne hanno tracciato il percorso fino a Palombina Vecchia, dove l’impianto di videosorveglianza ha permesso di leggere la targa e di constatare che risultava danneggiato. Hanno contattato il proprietario e, una volta accertata l’identità del conducente e la sua responsabilità, è stata formalizzata la sanzione.

"In questi mesi le telecamere del sistema Targasystem si sono rivelate molto efficaci nell’individuare automobilisti che hanno provocato incidenti e si sono allontanati, oltre che a ricostruire l’esatta dinamica degli scontri più gravi", riferiscono dal Comune di Falconara. Basti pensare ai casi più recenti, come il tragico investimento di un cagnolino in via Marconi, dove un’altra telecamera ha permesso di individuare il tir che aveva travolto e ucciso il cucciolo, condotto dalla proprietaria rimasta ovviamente sotto choc.

g.g.