Sono oltre 200mila gli studenti marchigiani che, a distanza di un mese dall’ultima volta,hanno sentito di nuovo il suono della campanella.

Si tratta della totalita’ degli alunni della scuola d’infanzia, delle elementari e delle medie, mentre quelli delle superiori sono ammessi in classe al 50%, per tutti gli altri andrà avanti la didattica a distanza. Le maggiori preoccupazioni sul piano scuola sono legate al sistema dei trasporti per raggiungere le aule.

Il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Marco Ugo Filisetti, si è detto ottimista per la ripresa delle lezioni e ha parlato di scuole "vigilate e sicure", grazie al personale che garantisce quotidianamente il rispetto degli standard di sicurezza previsti dai protocolli, in maniera tale da minimizzare il rischio del contagio tra i ragazzi.

"Non preoccupatevi per la ripresa dell’attivita’ scolastica in presenza sotto il profilo epidemiologico - ha detto Filisetti rivolgendosi alle famiglie -, ma ricordate ai vostri figli, anche noi lo facciamo, di adottare un comportamento corretto anche fuori dalla scuola".