Jesi, arraffa 450 euro alla cassa e tenta di fuggire: arrestato dalla polizia

Lo stesso dipendente gli ha intimato di fermarsi dopo aver soperto il furto. L'uomo, pugliese, pluripregiudicato aveva con se' 6mila euro in contanti. Stamattina la direttissima

In azione la polizia

In azione la polizia

Jesi (Ancona), 20 febbraio – Arraffa denaro dalla cassa: arrestato dai poliziotti per furto con destrezza pugliese senza fissa dimora. Personale della squadra di polizia giudiziaria del commissariato diretto dal vice questore Paolo Arena, informata dal titolare di una rivendita di bevande che un uomo era stato sorpreso all’interno del locale senza un plausibile motivo e contestualmente era stato verificato che la cassa era stata svuotata del denaro presente all’interno, si è portata immediatamente sul posto, rintracciando il soggetto segnalato e prendendo contatti con il personale addetto alle vendite. Il fatto è avvenuto ieri pomeriggio in un'attività commerciale cittadina. Il dipendente riferiva che pochi minuti prima, aveva servito una cliente verificando che in cassa vi erano solo banconote da 50 euro, 450, dopodiché, all’atto di ultimare di servire un’altra cliente, si è accorto che la cassa era vuota e contestualmente notava il soggetto, mai visto in precedenza, che cercava di fuggire dall’uscita posteriore. Il dipendente ha immediatamente intimato al malvivente di fermarsi e contemporaneamente allertato il titolare del locale. L’uomo controllato dagli agenti risultava essere in possesso di una notevole somma di denaro, oltre 6mila euro, la cui provenienza è ancora da accertare. Accompagnato negli uffici del commissariato per completare la perquisizione personale, è stato trovato in possesso di altri 450 euro, suddivisi in banconote da 50, che l’uomo aveva nascosto nei pantaloni, non nelle tasche, ma tra gli indumenti il corpo. Scendendo dall’auto della polizia infatti una delle banconota è fuoriuscita dal fondo dei pantaloni. La somma è stata restituita in sede di querela ai titolari dell’esercizio commerciale, d il soggetto, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e gravato da misure di prevenzione, è stato arrestato per furto con destrezza. Dopo le formalità di rito è stato trattenuto nelle camere di sicurezza del commissariato, in attesa dell’udienza di convalida della misura prevista per stamattina.