Jesi, compra scarpe griffate ma era un pacco: denunciati due campani

Una volta aperta la scatola la vittima ha visto che erano chiaramente contraffatte. La polizia rintraccia due cinquantenni che alla richiesta di reso non avevano dato riscontro

Jesi (Ancona), 6 dicembre 2023 – Ancora truffe messe a segno on line: denunciati stavolta dalla polizia un napoletano di 53 anni e un casertano di 56. Tutto è iniziato a fine ottobre quando la vittima, un 41enne, tramite Facebook contattava il sito e-commerce specializzato nella vendita di calzature di marche griffate, acquistando un paio di sneakers D&G a 149 euro. Quale modalità di pagamento sceglieva il contrassegno, per pagare così alla consegna. Subito, veniva contattato da un operatore per la conferma dell’ordine. Tre giorni dopo, tramite corriere perveniva il pacco ed effettuava il pagamento in contanti. Aperto il pacco, la vitti,a si è però resa conto che la merce non era corrispondente a quella richiesta, infatti le scarpe erano di marca diversa e verosimilmente contraffatte e di pessima qualità. Contattando altri clienti e-commerce, la vittima ha scoperto che il suo non era l’unico caso ma anche altri erano stati raggirati allo stesso modo. A questo punto, si è deciso a chiedere il reso senza avere alcun riscontro. L’interlocutore iniziale non rispondeva più alle sue chiamate. Da qui la querela. Le indagini degli agenti del commissariato hanno consentito di verificare che il pagamento era confluito su un conto corrente bancario intestato a un’azienda. I poliziotti sono risaliti al rappresentante legale e ad altro soggetto delegato ad operare sullo stesso conto corrente: i due campani denunciati per truffa in concorso.