Comprano oltre 3mila euro di olio e vino ma non pagano: denunciati in due

Il bonifico non è mai arrivato a destinazione e loro hanno fatto perdere le tracce ma i poliziotti li hanno identificati: si tratta di un 49enne di Perugia e un 56enne di Spoleto

Olio extravergine (foto di repertorio)
Olio extravergine (foto di repertorio)

Jesi (Ancona), 1 dicembre 2023 - Comprano olio e vino per oltre 3mila euro ma non pagano: nei guai in due. Ieri al termine dell’attività investigativa, il personale di polizia giudiziaria del commissariato di Jesi ha denunciato a piede libero un 49enne di Perugia e un 56enne di Spoleto per il reato di truffa in concorso.

Sul finire del mese di ottobre la vittima, una donna di 37 anni, presentatasi in commissariato, aveva sporto querela per truffa. La donna, dipendente di una società agricola, riferiva di aver ricevuto una richiesta di contatto, tramite portale della Vinitaly plus: un utente manifestava l’interesse all’acquisto di merce, in particolare vino e olio, per un ammontare complessivo di 3mila e 300 euro.

Era stato richiesto all’acquirente il pagamento alla consegna tramite contanti o assegno circolare. Accettata tale condizione, il futuro acquirente aveva fornito l’intestazione della fattura indicando il luogo della consegna e specificando anche che una volta sul posto avrebbero dovuto contattare una persona specifica per il ritiro della merce.

La merce era stata quindi spedita con deposito nella società indicata. Presi contatti con la persona segnalata per il ritiro, contrariamente agli accordi, questa dapprima consegnava un assegno bancario e non circolare e poi acconsentiva solo al pagamento a mezzo bonifico. Nei giorni a seguire, la società agricola ha accertato che il bonifico non era mai stato accreditato sul conto e i tentativi di contatto dell’acquirente e della persona addetta al ritiro merce risultavano del tutto vani. Le indagini condotte dagli agenti del commissariato hanno consentito di acquisire copia del documento d’identità della persona addetta al ritiro merce, un 49enne della provincia di Perugia, e di risalire all’intestatario e utilizzatore delle utenze usate per la definizione della trattativa d’acquisto, un 56enne di Spoleto. I due sono stati denunciati per truffa in concorso.