Jesi, minacce e stalking alla compagna: 32enne in carcere dopo tre anni

L'uomo portato in carcere dai carabinieri dovrà scontare un anno e due mesi di reclusione. è stato ricnosciuto colpevole anche di lesioni personali gravi verso un connazionale commesse quattro anni fa

In azione i carabinieri

In azione i carabinieri

Jesi (Ancona), 7 dicembre 2023 - Atti persecutori e minacce aggravate lanciati tre anni fa contro la donna con cui conviveva: 32enne residente in città portato in carcere. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Jesi hanno proceduto in queste ultime ore all’arresto di un trentaduenne, di nazionalità marocchina, residente a Jesi, destinatario di ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Ancona. L’uomo ora dovrà scontare la pena di un anno e due mesi reclusione in quanto riconosciuto colpevole dei reati di atti persecutori e minacce aggravate, commessi nel 2020 nei confronti dell’allora convivente. Non solo perché il 32enne è stato riconosciuto colpevole anche di lesioni personali aggravate nei confronti di un connazionale, fatto, quest’ultimo, avvenuto l’anno precedente rispetto a quelli perpetrati contro la compagna. L’uomo è stato così trasferito dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile al carcere di Montacuto ad Ancona.